San Maurizio Canavese: operaio di 38 anni folgorato da una scarica di 15 mila volt. E’ grave al Cto

San Maurizio Canavese

/

11/05/2016

CONDIVIDI

L'uomo stava manovrando il braccio meccanico di un camion gru, quando ha inavvertitamente urtato i cavi dell'alta tensione

Folgorato mentre stava lavorando su un camion gru. E Roberto Di Sclafani, un operaio di 38 anni, in questo momento si trova in condizioni di salute molto gravi al Centro Traumatologico di Torino. E’ successo questo pomeriggio all’interno di un’azienda agricola di San Maurizio Canavese. L’uomo, residente a Leinì, è stato colpito a una scarica di 15mila volt, mentre si trovava ai comandi del braccio meccanico intento a recuperare del materiale ferroso in frazione Malanghero.

Sul gravissimo infortunio sul lavoro stanno attualmente indagando i carabinieri della Compagnia di Venaria e gli esperti dello Spresal dell’Asl To4. Secondo una prima e provvisoria ricostruzione degli eventi, il braccio meccanico sarebbe entrato in contatto con i cavi dell’alta tensione che passano sopra il cortile dell’azienda agricola. Il braccio ha fatto da conduttore la forte scarica elettrica ha colpito l’operatore che è caduto a terra privo di sensi.

Immediato l’allarme: sul luogo dell’infortunio è accorso il personale sanitario del 118 che, in considerazione della gravità dell’accaduto ha ritenuto opportuno il trasferimento al Cto di Torino a bordo dell’eliambulanza del 118, i vigili del fuoco di San Maurizio canavese e di Torino Stura.

Dov'è successo?

Leggi anche

Chivasso

/

19/09/2017

Chivasso: ladro cerca di introdursi di sera nella casa di riposo per rubare e finisce in galera

E’ stato arrestato con l’accusa di tentato furto e resistenza dopo aver tentato di introdursi con […]

leggi tutto...

Balangero

/

19/09/2017

Balangero: beve e minaccia la vicina di casa con il fucile. Un 63enne è stato arrestato dai carabinieri

E’ stato arrestato con l’accusa di minacce aggravate e detenzione di armi clandestine e munizioni: nei […]

leggi tutto...

19/09/2017

Sanità: l’Asl To4 contatterà e rassicurerà i pazienti ai quali sono state impiantate le protesi Ceraver

Diversi professionisti si trovano agi arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria relativa a quello che è stato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy