San Giusto Canavese: arrestato dai carabinieri un membro della famiglia Assisi ricercato dal 2015

San Giusto Canavese

/

04/05/2017

CONDIVIDI

L'uomo è stato fermato dai carabinieri del nucleo investigativo di Torino. Era stato condannato in primo grado a 13 anni e 10 mesi per traffico internazionale di droga

Si nascondeva in un appartamento in via Monte Ortigara a Torino, Pasquale Michael Assisi, il figlio trentenne di Nicola Assisi, ritenuto dagli inquirenti tra più influenti broker della droga nel mondo: ricercato dal 15 giugno 2015 per traffico internazionale di droga, Pasquale Michael Assisi è stato arrestato l’altra notte, dopo mesi di appostamenti, dai carabinieri del nucleo investigativo di Torino. L’uomo, ufficialmente residente a San Giusto Canavese era stato condannato il 23 settembre 2016 a scontare una pena di 13 anni e 10 mesi di reclusione in primo grado nel processo penale denominato “Pinocchio”.

Il padre Nicola Assisi è ancora latitante insieme all’altro figlio maggiore Patrick. Pasquale Michael Assisi era riuscito a sfuggire a un precedente blitz del Gico della Guardia di Finanza che aveva avuto luogo nel 2015: in quell’occasione gli agenti avevano sequestrato nella villa di San Giusto Canavese nel quale abitava, quasi 4 milioni di euro in contanti nascosti sotto terra e nell’intercapedine di una finestra. Tutto denaro che gl’inquirenti ritengono sia provento del traffico di droga gestito insieme ai più grossi nomi della ‘ndrangheta calabrese.

Nel corso di quell’operazione erano stati sequestrati oltre 400 chilogrammi di droga in 47 porti europei. I carabinieri hanno anche sequestrato la Mercedes di lusso color nero sulla quale Michael Assisi stava viaggiando quando è stato fermato dai carabinieri.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/01/2020

Sparone: accordo raggiunto alla Mtd. Salvi 35 dipendenti che avrebbero dovuti essere licenziati

Proprio quando si pensava che la situazione fosse irrimediabilmente compromessa, alla Mtd di Sparone è stato […]

leggi tutto...

25/01/2020

Chivasso: aumenta il consumo di droga a scuola e il preside fa scattare il blitz dei carabinieri

La droga entra a scuola e il preside richiede l’intervento dei carabinieri. È accaduto a Chivasso […]

leggi tutto...

25/01/2020

Ivrea: spacciava droga agli studenti e aveva chiesto asilo politico. In manette 18enne mediorentale

I carabinieri della Compagnia di Ivrea proseguono nell’incessante attività di contrasto al delicato fenomeno dello spaccio […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy