San Giorgio Canavese, rubano rame dal cimitero ma cadono a terra e finiscono in ospedale

San Giorgio Canavese

/

21/10/2015

CONDIVIDI

Alla vista dei carabinieri, sono precipitati dalla tomba sulla quale si erano arrampicati per smontare canaline e grondaie

La loro intenzione era quella di compiere un furto di rame al cimitero di San Giorgio Canavese, ma le cose sono andare diversamente da come avevano previsto e sono finiti al pronto soccorso dell’ospedale.

I due ladri che questa notte hanno devastato il cimitero per asportare canaline e grondaie di rame alla vista dei carabinieri sono scivolati dal tettuccio della tomba di famiglia sulla quale si trovavano e sono precipitati a terra. Attualmente sono ricoverati in ospedale a causa delle contusioni riportate nella caduta e sono piantonati dai carabinieri. La coppia di ladri aveva già smontato diverse grondaie e canaline realizzate con l’oro rosso. I militari hanno recuperato la refurtiva. Ingenti i danni causati dai due malviventi.

Andrea Zanusso, sindaco di San Giorgio, si è subito recato, non appena avvertito, al cimitero del paese per verificare di persona lo stato delle cappelle funerarie e le tombe di famiglia erano finite nel mirino dei ladri. L’episodio è accaduto alle tre del mattino. Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Ivrea proseguono per verificare se gli autori del furto sventato sono gli stessi che una settimana fa hanno depredato il vicino cimitero di Ozegna.

Dov'è successo?

Leggi anche

04/06/2020

Caselle: l’aeroporto torinese ha ottenuto la certificazione Airport Customer Experience Accreditation

L’Aeroporto di Torino ottiene la certificazione Airport Customer Experience Accreditation di ACI-Airport Council International, l’associazione di […]

leggi tutto...

04/06/2020

Canavese: on line o sul campo tutti al lavoro i 51 volontari del Servizio civile della Città Metropolitana

I volontari che hanno vinto il bando per il Servizio civile universale sul territorio della Città […]

leggi tutto...

04/06/2020

Droga al “volo”. Arrestato pusher che lanciava le dosi ai clienti che passavano in bicicletta

È arrivato con la “metro” in piazza Nizza, poi ha proseguito a piedi verso via Belfiore […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy