San Francesco al Campo, la solidarietà del paese ha fruttato mille euro per i terremotati di Arquata

San Francesco al Campo

/

30/12/2016

CONDIVIDI

Ottima partecipazione dei sanfranceschesi alle iniziative organizzate la notte della vigilia di Natale. Presto la somma raccolta sarà consegnata alla popolazione colpita dal terribile sisma

Ha riscosso un ottimo successo l’iniziativa di solidarietà organizzata dal gruppo storico dei commercianti e degli Artigiani di San Francesco al Campo, che quest’anno ha dedicato il tradizionale appuntamento della notte di Natale alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto.
Ai terremotati di Arquata del Tronto, infatti, sono state interamente destinate le offerte raccolte durante la consueta distribuzione di cioccolata calda, vin brulé, salsiccia e porchetta all’uscita della messa di mezzanotte in borgata Madonna: 1.000 euro in totale (703 euro donati dai sanfranceschesi in cambio delle leccornie offerte, più circa 300 euro aggiunti dagli stessi commercianti e artigiani per arrotondare la cifra).

Un risultato che va ad aggiungersi a quello ottenuto, per lo stesso scopo benefico, da altre iniziative promosse da associazioni del paese, come – per citare solo le più recenti – il concerto della filarmonica “La Vittoriosa” e i cestini solidali del Comitato Festeggiamenti della Borgata Madonna. E come le altre associazioni, anche i commercianti e gli Artigiani si sono premurati di assicurarsi che i fondi raccolti arrivino davvero a chi ne ha bisogno.

“Abbiamo un contatto di fiducia nell’Amministrazione comunale di Arquata del Tronto – spiega il vicesindaco, nonché esercente, Enrico Demaria – al quale abbiamo chiesto di indicarci il nominativo di una o più famiglie particolarmente in difficoltà, in modo da poter far arrivare direttamente a loro il contributo della comunità sanfranceschese. E così faremo, verificando poi che il denaro abbia raggiunto i destinatari. Sarà soltanto una piccola goccia, ma unita ad altre gocce può fare molto. Grazie di cuore ai colleghi Commercianti e Artigiani e, soprattutto, a tutti i sanfranceschesi che nella notte di Natale hanno voluto lasciare il loro contributo e che devono essere orgogliosi di ciò che hanno realizzato”.

Le offerte raccolte saranno interamente devolute. I commercianti, infatti, non hanno trattenuto nulla per coprirsi le spese, acquistando di tasca propria tutte le leccornie distribuite, che sono state particolarmente gradite, visto che nel corso della nottata sono stati distribuiti e consumati 32 litri di vin brulé, una porchetta di 40 chilogrammi, 20 litri di cioccolata calda, 12 chilogrammi di salsiccia e un totale di 360 panini. “Si tratta di una bella tradizione, che si consolida di anno in anno – commenta ancora Demaria – Sono stati davvero tanti i commercianti e gli artigiani che hanno contribuito, donando liberamente ciò che potevano”.
Un impegno economico che ha permesso di acquistare e illuminare i due alberi natalizi posizionati davanti alla chiesa e al municipio, riparare e potenziare le vecchie luminarie, che successivamente il Comune ha fatto installare per le vie del paese, acquistare gli alimenti per la raccolta benefica della notte di Natale e integrare la somma raccolta per rendere più consistente il contributo ai terremotati.

Dov'è successo?

Leggi anche

18/06/2018

Imprenditore edile di Barbania e la moglie “freddati” con cinque colpi di pistola in Colombia

Sono stati barbaramente uccisi all’uscita da un ristorante della città colombiana di Risaralda: a perdere la […]

leggi tutto...

17/06/2018

Feletto: è viva e in buone condizioni di salute la giovane scomparsa durante il Rave Party

E’ viva e sta bene Frediana Girotti, 28 anni, la giovane residente a Monte San Giusto […]

leggi tutto...

17/06/2018

Giovane 28enne scompare durante il Rave Party tra Feletto e Lusigliè. Ricerche in corso

E’ scomparsa mentre si trovava, insieme ad altre centinia di giovani, molti dei quali identificati dagli […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy