San Carlo Canavese, il geometra sparito con 700 mila euro, confessa: “Quei soldi non li ho più”

06/05/2016

CONDIVIDI

Al momento sono una quindicina le persone che lo hanno denunciato. Le indagini degli inquirenti potrebbero riservare ulteriori sviluppi

Oltre 700mila euro andati in fumo, Sono quelli che il geometra Bruno Schiesaro, 52 anni, residente a San Carlo Canavese, ma con studio professionale a San Francesco al Campo, aveva ricevuto dai suoi clienti per pagare le tasse e investire il loro denaro in redditizi affari. Adesso il professionista, che dopo quattro mesi di latitanza è ricomparso a marzo costituendosi spontaneamente ai carabinieri, sostiene di non avere più questi soldi.

L’uomo è accusato di appropriazione indebita, truffa aggravata e continuata, falso e sostituzione di persona. E pensare che era considerato una persona per bene, un professionista serio e affidabile a cui consegnare senza alcuna remora denaro da investire. La sua rete sono cadute decine di persone, convinte dai suoi modi affabili e dalla competenza. Che fine hanno fatto tutti quei soldi? Al sostituto procuratore di Ivrea Giuseppe Drammis che qualche giorno fa lo ha interrogato, il geometra Bruno Schiesaro qualche spiegazione deve averla data, ma sull’argomento inquirenti e investigatori hanno la bocca cucita. Non si escludono, comunque, ulteriori e, forse, clamorosi sviluppi.

Buona parte di quel denaro sparito gli era stato affidato per sbrigare pratiche edilizie, per pagare tasse e imposte e per realizzare progetti. Nel corso delle prime perquisizioni effettuate nel suo studio i carabinieri della tenenza di Ciriè avevano ritrovato decine di cartelle di Equitalia mai pagate. Le persone che hanno denunciato Bruno Schiesaro sono al momento una quindicina. Alcuni gli avevano consegnato poche migliaia di euro ma c’è anche chi gliene aveva consegnato anche centomila.

Questione di fiducia. Malriposta, ovviamente, ma i truffati non si sarebbero mai aspettato che quest’uomo più che cinquantenne, professionista stimato appassionato ciclista (aveva presieduto una società Gattobigio Cycling team di San Maurizio Canavese). E pensare che, quando era scomparso senza lasciare traccia, si era pensato addirittura al sequestro di persona. Ma già, in quei giorni probabilmente, si trovava già all’estero.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

21/09/2018

Caselle, il raccordo non è considerato autostrada. Lo Stato non paga l’indennità agli agenti di polizia

Un’altra brutta storia all’italiana, l’ennesima: il raccordo R10 Torino-Caselle non è considerato un’autostrada e quindi gli […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

21/09/2018

Canavese: anche nei cinema di Cuorgnè, Ivrea e Chivasso il festival del cinema “Movie Tellers”

Parte “Movie Tellers-Narrazioni cinematografiche”, il festival itinerante del cinema promosso dall’omonima associazione che toccherà 26 cittadine […]

leggi tutto...

Torino

/

21/09/2018

Buoni pasto: la Regione Piemonte al tavolo convocato a Roma sul fallimento di “Qui! Group”

L’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte ha partecipato ieri al tavolo convocato al ministero dello sviluppo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy