Samone: due giovani denunciati per aver danneggiato con due petardi un cartello stradale

Samone

/

09/01/2016

CONDIVIDI

A sporgere denuncia è stato un consigliere comunale che è passato nel tratto di strada al momento dell'esplosione

Denunciati per aver infilato e fatto esplodere, la sera del 28 dicembre, due grossi petardi all’interno del palo di sostegno di un cartello stradale nel centro abitato di Samone. Gli autori della bravata, due ragazzi, sono stati identificati e denunciati: si tratta di un operaio di 22 anni di Samone e un muratore di 21, residente a Salerano. A denunciare l’accaduto era stato un consigliere comunale di Samone che, nel momento in cui i due giovano hanno dato fuoco alla miccia dei petardi, stava transitando a bordo della sua auto proprio in quel tratto di strada. L’uomo attirato dal fumo era sceso dall’auto per controllare cosa stava accadendo. In quel momento si è verificata l’esplosione.

Superato il primo momento di spavento, il consigliere comunale si è recato nella locale caserma dei carabinieri. I militari della Compagnia di Ivrea hanno indagato e, in breve tempo, sono risaliti all’identità dei due giovani che, messi alle strette, hanno ammesso di aver infilato nel palo cavo di metallo due petardi e si sono giustificati affermando di aver compiuto il gesto soltanto per puro divertimento e non con l’intenzione di provocare danni.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/09/2018

“Strada Gran Paradiso”: la visita al castello di Valperga conclude le escursioni di fine estate

Ultimo fine settimana di settembre e ultima escursione di fine estate-inizio autunno per Strada Gran Paradiso. […]

leggi tutto...

Volpiano

/

25/09/2018

Volpiano: alla scuola di musica della Filarmonica il nome del presidente dell’Anbima Piero Cerutti

Volpiano ha ricordato Piero Cerutti, il presidente provinciale dell’Anbima, l’associazione nazionale che rappresenta le bande musicali […]

leggi tutto...

San Giusto Canavese

/

25/09/2018

San Giusto, l’appello di “Libera” sulla villa confiscata ad Assisi: “Sia restituita alla collettività”

Ancora un Appello di Libera Piemonte riguardante la villa che era di proprietà del narcotrafficante latitante […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy