Salassa, in manette uno spacciatore di 44 anni. A casa aveva un chilogrammo di marijuana

Salassa

/

02/08/2017

CONDIVIDI

Le indagini condotte dai carabinieri di Cuorgnè, avrebbero appurato che l'uomo aveva costruito una rete dello spaccio che coinvolgeva Salassa, Valperga, San Ponso e Cuorgnè

Si trova in carcere in attesa della convalida dell’arresto da parte del Gip un quarantaquatrenne residente a Salassa che da almeno due anni avrebbe spacciato marijuana a una vasta clientela tra i quali figurerebbero diversi adolescenti. L’uomo è stato arrestato la scorsa domenica 30 luglio, i carabinieri della stazione di Cuorgnè con l’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio. L’arresto ha avuto luogo al termine di una delicata e articolata indagine compiuta dai carabinieri che si è protratta per diversi mesi, caratterizzata da appostamenti e pedinamenti.

A finire in manette è stato L.R. 44 anni, residente a Salassa in seguito a un controllo eseguito su una donna di 43 anni residente a Castellamonte che dal pusher aveva appena acquistato hashish e marijuana. Nell’appartamento dell’uomo, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato un chilogrammo di marijuana per un valore complessivo di mille euro suddivisa in tre involucri, un etto di “fumo” e anche alcune pastiglie ad effetto psicotropo e 130 euro in contanti.

Oltre alla droga e al denaro è stata anche sequestrata una Opel Agila che , a giudizio degli carabinieri lo spacciatore avrebbe usato per il trasporto della droga. Investigatori e inquirenti ritengono che la marijuana sia stata acquistata da alcuni fornitori a Torino per essere successivamente spacciata nel Canavese Occidentale.

L’uomo aveva costruito a questo proposito, una rete dello spaccio che si estendeva tra Salassa, Valperga, San Ponso e Cuorgnè: un raggio d’azione non troppo vasto che consentiva allo spacciatore di non esporsi troppo pur potendo contare su un guadagno sicuro. Le indagini proseguono.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

16/10/2019

Cuorgnè: è attivo lo sportello d’ascolto per aiutare le donne vittime di maltrattamenti e violenza

L’Amministrazione Comunale della Città di Cuorgnè è ormai da diversi anni in prima linea nella lotta […]

leggi tutto...

16/10/2019

Castellamonte, in primavera il trasferimento del distaccamento dei vigili del fuoco nella nuova sede

Avrà luogo la prossima primavera il tanto atteso trasferimento del distaccamento volontario dei vigili del fuoco […]

leggi tutto...

16/10/2019

Rivara: il sacerdote antimafia don Luigi Ciotti inaugura l’anno accademico dell’Unitre

È stata una grande giornata quella di ieri, 15 ottobre, per l’Unitre di Rivara-Alto Canavese. In […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy