Rivarolo, un teatro nuovo di zecca nella vecchia scuola elementare

Rivarolo Canavese

/

08/08/2015

CONDIVIDI

Il recupero del vecchio complesso scolastico apre nuove prospettive per la riqualificazione di parte del centro storico

Il progetto è ambizioso e dovrebbe contribuire a rendere la città di Rivarolo maggiormente vivibile, anche e soprattutto, dal punto di vista artistico-culturale.

La prossima apertura del nuovo plesso scolastico e la conseguente dismissione della vecchia scuola elementare di via Le Mairie, ha aperto per l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Alberto Rostagno nuovi scenari. Il recupero della vecchia scuola costituirebbe l’occasione per ridare smalto alla città: l’abbattimento parziale della struttura dovrebbe consentire la realizzazione di un’area verde nel cuore della città e di una galleria che potrebbe ospitare alcuni locali commerciali.

Ma il cuore del nuovo progetto che l’Amministrazione comunale ha in mente, è costituito dalla costruzione di un nuovo teatro comunale, dato che quello realizzato all’ex cotonificio Vallesusa non è più utilizzabile. Sull’idea lavorerà un professionista che sarà individuato tramite un apposito bando di concorso, al quale sarà affidato l’incarico di valutare la fattibilità dell’iniziativa e la sostenibilità economica. Se il responso sarà positivo, si passerà alla redazione del progetto esecutivo.

Nelle intenzioni del primo cittadino il nuovo teatro (capienza di circa 300 posti) sarò costituito da una parte interrata e da una sezione esterna. Un’idea nuova e azzardata ma che riqualificherà, se potrà essere messa in pratica, una porzione del centro storico dalla posizione strategica. Perché un nuovo teatro? Alberto Rostagno non ha dubbi: la tradizione e le esigenze culturali nutrite dalla città devono necessariamente avere un punto di riferimento per incentivare l’attività delle tante associazioni attive sul territorio e ospitare iniziative culturali e stagioni teatrali di vasto respiro.

La rinascita della città passa anche attraverso la cultura. Quella con C maiuscola.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

22/02/2018

Caselle, torna il parcheggio a pagamento. Adesso si potranno usare bancomat e carta di credito

A Caselle, dopo mesi di parcheggio libero e a volte caotico, tornano le strisce blu: dal […]

leggi tutto...

22/02/2018

Salerano: Ottino si dimette da sindaco, il prefetto scioglie il consiglio e commissaria il comune

Lascia l’Italia per raggiungere la famiglia in Portogallo e Salerano, comune di poco più di 500 […]

leggi tutto...

22/02/2018

Borgaro: i vandali danneggiano il monumento del Grande Torino. Ed è polemica

Non c’è limite all’imbecillità e non c’è limite alla mancanza di rispetto per la memoria dei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy