Rivarolo: un Polo sociale per le famiglie nelle ex scuderie del Malgrà. Il 3 maggio l’inaugurazione

Rivarolo Canavese

/

23/04/2019

CONDIVIDI

Visita guidata al maniero, laboratori per bambini e adulti, spettacolo teatrale e cortometraggi sulla violenza di genere e affidamento familiare. In esposizione le immagini fotografiche realizzate dai ragazzi delle scuole cittadine

Un Polo sociale per le famiglie che sarà ospitato presso le ex Scuderie dello storico castello di Malgrà. Prende corpo, nei locali che un tempo ospitavano la Pretura, uno dei progetti preannunciati dall’Amministrazione Comunale uscente guidata dal sindaco Alberto Rostagno. La cerimonia di inaugurazione avrà luogo venerdì 3 maggio alle ore 17,30 nelle ex Scuderie che ospiteranno sia il Centro per le famiglie che l’Area famiglie e sviluppo di Comunità del Ciss 38. La notizia è stata ufficializzata in una nota stampa dal sindaco Rostagno, dal vicesindaco Edoardo Gaetano, dalla presidente del Ciss 38 Carla Boggio e dal direttore del Consorzio Aldo Maggio.

L’iniziativa costituisce l’occasione per sperimentare laboratori creativi per bambini e famiglie e per conoscere i diversi servizi e le attività del Centro, partecipare a performance artistiche organizzate in collaborazione con i diversi soggetti che operano all’interno del Polo per le famiglie.
Questo il programma della cerimonia:

Dalle ore 17,30 avranno luogo laboratori per bambini e famiglie a cura della cooperativa “Andirivieni” e per neo mamme tecniche di rilassamento a cura delle ostetriche dell’Asl T04. Per l’occasione è prevista l’eccezionale apertura del castello Malgrà con visita guidata a cura dell'”Associazione Amici del Castello”: contestualmente è prevista l’apertura della mostra fotografica realizzata dai ragazzi delle scuole sull’affidamento famigliare a cura dell’associazione “Con altri occhi”.

Alle 19,00 è previsto l’aperitivo “familiare” con il saluto delle autorità e inaugurazione dei nuovi locali destinati alle famiglie la cui realizzazione è stata cofinanziata con la Regione Piemonte, con la cooperativa “Andirivieni” e il partenariato dei soggetti aderenti al Cipì, dello sportello contro la violenza di genere dell’associazione “Punto a Capo” su finanziamento regionale, lo sportello antidiscriminazione e lo sportello Pubblica Tutela.

La giornata proseguirà con la proiezione del cortometraggio e letture animate sul tema dell’affidamento familiare a cura del Ciss 38, Asl T04 e la cooperativa “Andirivieni” e terminerà alle 21,00 con lo spettacolo teatrale dal titolo “Da lui mi sciolsi” sul tema della violenza contro le donne a cura dell’associazione “Punto a Capo”.

Leggi anche

12/11/2019

Tangenziale Nord: “beccati” a viaggiare sulla corsia di emergenza. 10 patenti sospese

Lotta dura contro i “furbetti” della corsia d’emergenza, ossia nei confronti di coloro che per evitare […]

leggi tutto...

12/11/2019

Ciriè: studente aggredito da 5 giovani al bar. Aveva inviato un messaggio whatsapp a una ragazza

Ad evitare che la spedizione punitiva di trasformasse in un dramma è stato il fortuito passaggio […]

leggi tutto...

12/11/2019

Cuorgnè: la locale sezione della Lega è al fianco del piccolo Loris Augusti per aiutarlo a guarire

La sezione di Cuorgnè della Lega Salvini non ha voluto far mancare il suo sostegno al […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy