Rivarolo: scontro sulla pubblicazione on line dei redditi di amministratori e consiglieri

Rivarolo Canavese

/

08/12/2015

CONDIVIDI

La minoranza ha chiesto al sindaco perchè non ha rispettato l'impegno. Replica Rostagno: "I nostri redditi sono pubblicati. L'opposizione non ha, invece, fornito la documentazione"

La battaglia politica sul tema della trasparenza e sull’impegno che l’attuale Amministrazione comunale di Rivarolo aveva dichiarato di rispettare nella sottoscrizione della piattaforma sulla legalità proposta dall’Associazione Libera contro le Mafie di Cuorgnè, è stata al centro di una diatriba al “calor bianco” tra la lista di minoranza “Rivarolo Sostenibile” e la maggioranza di governo.

Una diatriba dialettica che si è consumata nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale. In un’interrogazione a risposta orale, la capogruppo di “Rivarolo Sostenibile” Marina Vittone ha premesso che l’articolo 1° della piattaforma prevede la pubblicazione on line, sul sito comunale, dei redditi di coloro che rivestono cariche pubbliche anche in società comunali e partecipate, e ha sottolineato che alcune città, compreso il  comune di Leinì, hanno reso pubblici anche i curricula degli amministratori pubblici. Detto questo ha interrogato il sindaco Alberto Rostagno “per conoscere per quale motivo non abbia ancora adempiuto e con quali tempistiche intenda onorare l’impegno assunto in campagna elettorale, pubblicamente, con tutti i cittadini”.

Pronta l’ironica replica del primo cittadino: “Va precisato che i comuni al di sotto della soglia dei 15 mila abitanti non sono obbligati a rendere pubblici i redditi degli amministratori e dei consiglieri – ha spiegato il sindaco Rostagno -. In ogni caso, coerentemente con l’impegno sottoscritto con Libera, nel sito del Comune di Rivarolo Canavese, alla voce trasparenza, sono stati pubblicati i redditi e i compensi percepiti dagli amministratori. Non è ancora stato possibile inserire quelli di tutti i consiglieri perchè molti di questi, tra i quali gli stessi consiglieri di minoranza, non hanno consegnato la dichiarazione e la necessaria liberatoria per la pubblicazione di quanto è stato richiesto nell’interrogazione. Non credo sia necessario aggiungere nessun altro commento su questa vicenda”.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

22/11/2017

Canavese, nel 2017 sono state ben 187 le donne oggetto di violenza. Le iniziative dell’Asl To4

Come sempre è alta l’attenzione dell’Asl To4 sulla problematica della violenza contro le donne, attraverso l’impegno […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

22/11/2017

Cuorgnè, nasce in città una comunità di vendita on line di prodotti agricoli a chilometri zero

E’ con un “alveritivo” che avrà luogo venerdì 14 novembre alle 18,30 nella splendida cornice di […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

22/11/2017

Rivarolo, grande apericena all’ISS “Aldo Moro” per sostenere l’attività didattica dell’Istituto

Un’apericena a sostegno del Iss Aldo Moro nato nel 1997 dall’aggregazione del liceo scientifico Aldo Moro […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy