Rivarolo, l’inquinamento dell’aria preoccupa il M5S e il sindaco sollecita un tavolo di coordinamento

Rivarolo Canavese

/

22/12/2015

CONDIVIDI

Il consigliere Alessandro Chiapetto aveva scritto una lettera aperta al primo cittadino che ritiene condivisibili i timori espressi nella missiva

Alessandro Chiapetto, capogruppo in consiglio comunale del Movimento Cinque Stelle aveva espresso in una lettera aperta inviata lo scorso 4 dicembre al sindaco di Rivarolo Canavese Alberto Rostagno, tutta la sua preoccupazione per il fatto che la soglia delle polveri sottili presenti nell’aria, avevano più volte sforato la soglia prevista dalla legge. In questo contesto Chiapetto aveva chiesto al primo cittadino se aveva l’intenzione di chiedere la convocazione urgente di un tavolo di coordinamento alla Città Metropolitana sulla qualità dell’aria. Il sindaco di Rivarolo, in qualità anche di portavoce dell’Area Omogenea del Canavese Occidentale, ha incontrato di recente il consigliere delegato all’Ambiente della Città Metropolitana Gemma Amprino che ha assicurato il suo sollecito interessamento.

“La preoccupazione del consigliere Chiapetto è condivisa – assicura il primo cittadino di Rivarolo -. Lo sforamento della soglia prevista per le polveri sottili deve essere oggetto di interventi che solo l’ente superiore può adottare”. E’ di queste ore la notizia che Piero Fassino, sindaco della Città Metropolitana ha convocato alle 11,30 di domani nella sala del consiglio a Palazzo Cisterna, il tavolo di coordinamento sulla qualità dell’aria al quale parteciperanno i comuni che sono coinvolti nell’adozione dei provvedimenti volti a contrastare l’inquinamento atmosferico aggravato da questo lungo periodo di siccità.

Al tavolo di coordinamento prenderanno parte i Comuni di Chieri, Borgaro Torinese, Beinasco, Carmagnola, Chivasso, Grugliasco, Collegno, Ivrea, Moncalieri, Orbassano, Nichelino, Pecetto, Rivoli, Pinerolo, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria Reale e Torino. In considerazione del fatto che gli esperti di meteorologia prevedono il perdurare dell’alta pressione fino agli inizi del prossimo mese di gennaio 2016, è inevitabile che i centri urbani maggiormente interessati dall’alta concentrazione di Pm10 nell’aria, siano costretti ad assumere provvedimenti che, con ogni probabilità saranno estesi anche ad altri comuni dell’area metropolitana, Canavese compreso.

Dov'è successo?

Leggi anche

15/01/2018

Dal 15 gennaio il trolley dei passeggeri Ryanair deve essere imbarcato. Scoppia la protesta

I trolley da lunedì 15 gennaio non saranno più considerati bagaglio a mano e dovranno essere […]

leggi tutto...

15/01/2018

McDonald’s apre un ristorante a Chivasso e assume 40 giovani. Già aperte le selezioni on line

McDonald’s sbarca anche a Chivasso con l’apertura di un nuovo ristorante a Chivasso: in questo particolare […]

leggi tutto...

15/01/2018

Il Ponte Preti non è a rischio crollo. La Città Metropolitana: “Va sicuramente controllato”

Nei giorni scorsi, la II Commissione Consiliare Lavori pubblici della Città metropolitana di Torino ha esaminato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy