Rivarolo, la priorità dell’amministrazione nel 2017 va alle politiche sociali e alla sicurezza

Rivarolo Canavese

/

01/01/2017

CONDIVIDI

Il sindaco Alberto Rostagno traccia il bilancio dell'impegno amministrativo per l'anno appena trascorso. Novità per il 2017 in campo urbanistico, culturale, sociale e dello sport

Rendere la città di Rivarolo Canavese decisamente migliore rispetto al giugno del 2014 qunado dopo il commissariamento, è l’obiettivo non facile che l’amministrazione rivarolese guidata dal sindaco Alberto si è posto. Nel corso della conferenza stampa di fine hanno che ha avuto luogo nella tarda mattinata di giovedì 29 dicembre a Palazzo Lomellini il sindaco Rostagno ha tracciato un bilancio della consiliatura giunta ormai al giro di boa del metà mandato. Alla conferenza stampa erano presenti anche il vicesindaco Edo Gaetano, il presidente del Consiglio Domenico Rosboch, gli assessori Francesco Diemoz e Claudio Leone, il capogruppo di maggioranza Ricciardi, i consiglieri comunali Nastro e Intravartolo, il neo sindaco dei ragazzi Francesca Noto e il segretario comunale Aldo Maggio. “Il nostro obiettivo è quello di rendere la città di Rivarolo migliore rispetto a quella che abbiamo trovato nel giugno 2014, consentendo ai nostri concittadini di essere nuovamente orgogliosi di vivere in questa città – ha esordito il primo cittadino -. Siamo grati a quei cittadini che esprimo critiche costruttive per il bene comune. Sono ingenerosi e irrispettosi gl’insulti gratuiti che vengono speso nei nostri confronti da tuttologi da tastiera, senza azione propositiva, solo per il piacere di denigrare”. I temi toccati sono stati molti e hanno spaziato in ttti i settori della pubblica amministrazione rivarolesi; dal bilancio, alla cultura, alle politiche sociali, alle associazioni e al volontariato, all’urbanistica e territorio, alla sicurezza e ordine pubblico, all’ambiente, alle politiche giovanili, alla scuola e all’istruzione. Gli amministratori hanno evidenziato come tutti i comparti comunali siano ormai strettamente connessi gli uni agli altri nell’attuazione dell’azione amministrativa: per questa ragione il Comune è diventato sempre più “sportello di prossimità” al quale il cittadino fa riferimento.

“LA PRIORITA’ E’ IL BENESSERE DEI CITTADINI”

“Intendiamo fare fare in modo di permettere il maggior benessere possibile a ogni cittadino – è stato spiegato nel corso della conferenza stampa , proteggendo in modo adeguato dai rischi sociali e dalle diseguaglianze che purtroppo l’attuale crisi economica ha generato. Questa amministrazione ha fatto della trasparenza e della legalità una delle credenziali maggiori dell’azione di governo, tanto che, nel mese di febbraio del 2016 ha aderito ad Avviso Pubblico”.
Per quanto concerne il bilancio, quello di Rivarolo Canavese è uno dei comuni maggiormente virtuosi: i fornitori vengono pagati entro tre settimane dall’emissione delle fatture. L’essere riusciti ad approvare lo scorso 20 dicembre il bilancio di previsione del 2017 e il Dup triennale consentirà all’amministrazione di lavorare con maggiore incisività fino al termine del manadato elettorale. Una delle novità maggiormente rilevanti in campo economico è che non si verificherà nessun aumento delle aliquote in vigore nel 2016. Anzi, l’intento è quello di riucire nel 2018 a iniziare a ridurne qualcuna.

NESSUN AUMENTO DELLE IMPOSTE LOCALI

Niente aumento delle imposte locali, quindi e maggiore impegno nelle politiche sociali a protezione delle fasce più deboli della popolazione. L’amministrazione è impegnata nel sosteno abitativo. Rivarolo è l’nico comune canavesano che rimborsa ai meno abbienti il ticket sanitario e che ha chiesto e ottenuto l’istituzione di un tavolo tecnico presso il Ciss 38 sul problema dei richiedenti asilo e per il sostegno all’handicap scolastico. Positivo il risultato ottenuto con il nuovo progetto riguardante i nonni vigili, con il quale si è scelto di utilizzare soltanto persone che hanno effettive necessità economiche. Per comprendere quando all’Amministrazione stiano a cuore le questioni a carattere sociale sono stati citati i corsi di alfabetizzazione per stranieri in collaborazione con la Caritas e la Comunità di Sant’Egidio. L’indennità di carica del sindaco Alberto Rostagno e parte di quella degli assessori è destinata alla realizzazione di questi progetti.

ALLO STUDIO IL NUOVO PIANO REGOLATORE

E ancora: il nuovo piano regolatore è in corso di elaborazione, il progetto di riqualificazione delle ex scuole elementari è in itinere ma è legato alla disponibilità finanziaria legata ai contenziosi legati all’ex Asa e a Rivarolo Futura mentre le aree ex Salp e parte dell’ex Vallesusa dovrebbero essere interessate da alcuni progetti di riqualificazione e massima attenzione per la riqualificazione dei siti industriali dismessi. Un passaggio è stato dedicato alla realizzazione del polo di atterraggio del 118 grazie alla gestione e organizzazione dei lavori di parte della Croce Rossa e resa possibile grazie alle donazioni dei privati. Bene il consiglio comunali dei ragazzi e nell’ambito della scuola, il sostegno all’apertura di una sezione del liceo linguistico all’Aldo Moro. E ancora, revisione nel nuovo anno dell’intera rete di videosorveglianza e riposizionamento dell’antenna centrale e, sul tema della sicurezza, massima e fattiva collaborazione con le forze dell’ordine e con la Prefettura di Torino.

PARTICOLARE IMPEGNO NELL’AMBIENTE, SCUOLA, CULTURA E SPORT

Ma non è tutto: l’excursus del sindaco Rostagno ha toccato anche i temi della Cultura e della tante iniziative messe in campo, dell’Ambiente, dello Sport, del commercio, dell’industria e dell’artigianato. Insomma, i problemi sul tappeto non sono pochi ma nei limiti del possibile l’amministrazione comunale si sta impegnando per risolvere al meglio le emergenze e l’ordinaria amministrazione. La possibilità di effettuare investimenti, grazie all’avanzo di amministrazione, è al momento legata all’esito del Lodo Asa e alla risoluzione di quello inerente Rivarolo Futura e l’ex cotonificio Vallesusa.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

21/11/2017

Service dei Rotary Club di Cuorgnè, Canavese e di Ivrea, per alleviare la solitudine degli anziani

E’ stato denominato “Rompere la Solitudine” Il service del Rotary Cub Cuorgnè e Canavese a favore […]

leggi tutto...

Ivrea

/

21/11/2017

Asl To4: ostetrica nei consultori familiari dell’Asl To4. L’accesso è possibile senza prenotazione

La riorganizzazione della rete dei Consultori Familiari dell’Azienda, diretti dal dottor Fabrizio Bogliatto, è stata portata […]

leggi tutto...

Mazzé

/

21/11/2017

Tonengo di Mazzè: aggredisce tre persone in pasticceria prima di essere bloccato dai carabinieri

Momenti di panico l’altro giorno in frazione Tonengo di Mazzè, nel cuore del Canavese: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy