Rivarolo, indagato l’ex sindaco Fabrizio Bertot

Rivarolo Canavese

/

29/05/2015

CONDIVIDI

L'ex parlamentare europeo del Pdl nega di aver ricevuto una notifica di avviso di garanzia a conclusione delle indagini

Reati elettorali. E’ l’accusa che la procura di Torino avrebbe mosso nei confronti dell’ex sindaco di Rivarolo ed ex europarlamentare Fabrizio Bertot. L’emissione dell’avviso di garanzia a carico dell’ex amministratore è giunta dopo la lettura della sentenza d’appello che ha inflitto tre anni di reclusione all’ex segretario del comune di Rivarolo Antonino Battaglia. E’ da sottolineare che l’ex sindaco Bertot era stato ascoltato, nel corso del processo penale, in qualità di persona informata dei fatti, anche se l’operazione Minotauro, che ha originato il processo di primo grado, non ha affatto toccato l’ex primo cittadino tanto che nel procedimento contro la ‘ndrangheta non era stato indagato. La sentenza emessa ieri dai giudici togati della corte d’appello, mette in rilevo il fatto che Antonio Battaglia avrebbe chiesto e ottenuto l’appoggio elettorali di alcuni membri dell’organizzazione criminale a favore di Fabrizio Bertot in occasione della campagna elettorale del 2009 per l’elezione del Parlamento Europeo.

Gli inquirenti stanno indagando su un presunto scambio di 20 mila euro. Scambio che potrebbe non essere mai avvenuto perché non è mai stata accettata. L’indagine a carico di Fabrizio Bertot sarebbe iniziata un anno fa appena dopo la sentenza di primo grado. L’interessato ha confermato che nessun avviso di garanzia a conclusione delle indagini è giunto all’ex parlamentare del Pdl. La smentita non ha arginato la ridda di commento che si è subito scatenata in città.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/09/2019

Previsioni meteo: torna il bel tempo in Piemonte e Canavese accompagnato dal fresco autunnale

Queste le previsioni metereologiche di venerdì 20 settembre: AL NORD Giornata di bel tempo su tutte […]

leggi tutto...

19/09/2019

L’assessore regionale Chiara Caucino: “Per il welfare abitativo prima i piemontesi”. Ed è polemica

Per il welfare abitativo prima i piemontesi. Ed è subito polemica poltica. L’Assessore Chiara Caucino alle […]

leggi tutto...

19/09/2019

Oglianico a…piede libero con l’arrivo dei “Gruppi di cammino” creati in collaborazione con l’Asl

Anche Oglianico si aggiunge a quelle comunità virtuose che si sono dotate di un gruppo di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy