Rivarolo: due motociclisti si schiantano contro un furgone. Il sindaco Rostagno soccorre i feriti

Rivarolo Canavese

/

24/06/2016

CONDIVIDI

Il medico si stava recando nel proprio ambulatorio, L'incidcente era appena accaduto. Dopo aver prestato le prime cure i due centauri sono stati trasportati in ospedale dal 118

E’ stato Alberto Rostagno sindaco di Rivarolo Canavese, di professione medico, a prestare i primi soccorsi a due motociclisti protagonisti di in un’incidente stradale che ha avuto luogo alle 11,30 di questa mattina in corso Italia. I due centauri, un uomo e una donna, in sella a una motocicletta Aprilia si sono scontrati con  un furgone che si stava apprestando a parcheggiare lungo il viale. L’impatto è stato violento e due motociclisti sono stati sbalzati dal sellino. Il primo cittadini in quel momento, stava provvidenzialmente passando in auto per recarsi nel proprio ambulatorio. Il medico ha immediatamente parcheggiato la propria automobile e ha soccorso i due motociclisti. Ad un primo esame era la donna che sembrava trovarsi in condizioni decisamente più gravi. Ma quando il medico ha iniziato a prestarle le prime cure, in breve tempo ha riaperto gli occhi e ha riacquistato conoscenza. Il suo compagno se l’è cavata con una medicazione a un dito della mano.

Ad avvertire il 118 sono stati i titolari di un esercizio commerciale che, al momento dello schianto sono subito usciti in strada. Il personale sanitario del soccorso avanzato del 118 ha stabilizzato sul luogo dell’incidente i due infortunati e, successivamente li ha trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè per essere sottoposti agli esami clinici di rito. La prognosi è di qualche giorno. A stabilire l’esatta dinamica del sinistro saranno gli agenti della polizia municipale di Rivarolo Canavese che sono intervenuti insieme ai carabinieri della locale stazione. Qualche disagio per la circolazione automobilistica durante i rilievi e le operazioni di soccorso. Non è la prima volta che il primo cittadino soccorre persone infortunate. “Era la donna che subito mi ha maggiormente preoccupato – spiega Alberto Rostagno-, perché giaceva esanime al suolo. Per fortuna dopo pochi istanti ha iniziato a riaversi ed è stata affidata alle cure del personale del 118”.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/11/2019

Caselle: malvivente ruba profumi al supermercato poi, fuggendo, urta con l’auto una guardia giurata

Rischia l’arresto per aver compiuto un furto, poi trasformatosi in rapina, per un bottino di 131 […]

leggi tutto...

21/11/2019

Ciriè: concessionaria abusiva in frazione Devesi. Multa da 10 mila euro al titolare. Auto sequestrate

L’autosalone era in attività ma dal punto di vista amministrativo non esisteva. Per questa ragione gli […]

leggi tutto...

21/11/2019

Favria: l’addio all’alpino “Meo” Castello spentosi all’età di 82 anni. Il ricordo di Giorgio Cortese

Si è spento all’età di 82 anni Marco Bartolomeo Castello (Meo). Cavaliere del lavoro, membro del […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy