Rivarolo Canavese: tentano di rubare l’incasso del Lidl, ma suona l’allarme e i ladri fuggono a mani vuote

16/04/2018

CONDIVIDI

La modalità sono del tutto simili a quelle del fallito "colpo" alla stazione di servizio Petrolchimica di Valperga

Prima hanno divelto una porta laterale e poi hanno praticato con un piccone un foro in due muri con l’intento di raggiungere la cassaforte all’interno della quale pensavano fosse custodito l’incasso del fine settimana. Nel mirino dei membri della “banda del buco” è finito il supermercato Lidl situato in corso Arduino a cavallo dei territori dei comuni di Feletto e Rivarolo Canavese.

I ladri hanno agito nella notte tra domenica 15 e lunedì 16 aprile: per quanto ben studiato il piano non ha sortito il successo sperato: quando il piccone ha iniziato a intaccare il secondo muro interno è scattato il sistema d’allarme.

Per evitare di essere sorpresi dai carabinieri i malviventi hanno dovuto fuggire a mani vuote. E’ probabile che ad agire sia stata la medesima banda che nelle scorse notti ha preso d’assalto il bar della stazione di servizio “Petroltermica” a Valperga, Anche in quel caso è stato il sistema d’allarme a far fallire il furto. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della compagnia di Ivrea. Il supermercato ha subito danni di non poco conto ma in ogni caso nella mattinata di oggi, lunedì 16 aprile, il Lidl ha aperto i battenti. La caccia all’uomo prosegue senza sosta.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/04/2018

Ex 460: iniziati i lavori tra Leinì e Lombardore per il cedimento della strada. Disagi per gli automobilisti

Sono iniziati oggi, lunedì 23 aprile, i lavori in somma urgenza per il ripristino della circolazione […]

leggi tutto...

23/04/2018

Scuola: successo a Favria per la mostra scolastica “Scopriamo e proteggiamo il nostro territorio”

“Scopriamo e proteggiamo il nostro territorio” è il titolo della mostra proposta dall’Istituto comprensivo di Favria […]

leggi tutto...

23/04/2018

Torrazza: 20enne confessa di essere omosessuale e il padre lo picchia. La condanna dell’Arcigay

Picchiato perchè aveva fatto coming out e aveva confessato di esere gay: questa volta il grave […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy