Rivarolo Canavese, una panchina blu per essere vicini a tutti coloro (tanti) che soffrono di autismo

Rivarolo Canavese

/

31/03/2017

CONDIVIDI

Il simbolo solidale è stato posizionato nel viale alberato di via San Francesco d'Assisi dai cantonieri del Comune

La Città di Rivarolo Canavese ha aderito alla giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo che si svolgerà domenica prossima 2 aprile. L’autismo è una patologia molto invalidante e particolarmente diffusa da cui non si guarisce ma che, se adeguatamente trattata, consente margini di miglioramento.

Rispondendo all’iniziativa dell’Associazione ANGSA Torino, gruppo Ivrea e Canavese, è stata dipinta di blu una panchina (il colore è quello scelto dall’ONU nel 2007 nell’istituire la giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, colore che da quella data tinge monumenti ed edifici in tutto il mondo) con la scritta recitante “2 aprile 2017 – giornata mondiale sull’autismo”.

La panchina, verniciata dai cantonieri del Comune di Rivarolo coordinati dalla geometra Antonella Rolando Perino (Assessorato ai Lavori Pubblici) è stata posizionata nel viale alberato di via San Francesco d’Assisi come segno di sensibilizzazione nei confronti della malattia, non solo per la giornata del 2 aprile, ma per tutti i giorni dell’anno, come segno persistente di sensibilizzazione.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/09/2017

Sanità: mancano infermieri negli ospedali. Il Nursind proclama lo stato di agitazione

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche proclama lo stato di agitazione e si prepara a […]

leggi tutto...

Ciriè

/

23/09/2017

Ciriè, stalker di 22 anni aggredisce per strada la ragazza che lo aveva rifiutato. In manette

Quell’avvenente ragazza turbava, da quando l’aveva incontrata, i suoi sogni: più volte Andrea G., 22 anni, […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

23/09/2017

Cuorgnè: la Madonna della Rivassola torna al suo posto dopo il restauro pagato dal sindaco

Aveva avuto luogo lo scorso mese di inizio agosto la spiacevole sorpresa che aveva indignato i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy