Rivarolo Canavese: la linea “Canavesana” non chiuderà. La Regione dà per certa l’elettrificazione

Rivarolo Canavese

/

02/12/2016

CONDIVIDI

Il direttore del Settore Trasporti della regione Piemonte ha rassicurato gli amministratori presenti all'incontro svoltosi in Comune

Chi temeva che nel prossimo futuro la “Canavesana” potesse essere soppressa può dormire sonni tranquilli: la linea ferroviaria che collega Rivarolo a Pont Canavese continuerà a svolgere regolarmente il proprio servizio. Lo ha affermato nella mattinata di oggi, venerdì 2 dicembre Luigi Robino, direttore del settore Trasporti della regione Piemonte nel corso di un incontro che ha avuto luogo nel palazzo comunale di Rivarolo Canavese al quale hanno preso parte una decina di amministratori di altrettanti comuni alto canavesani. All’incontro avrebbe dovuto partecipare l’assessore Regionale ai Trasporti Francesco Balocco che ha dovuto rinunciare per motivi di salute. E’ toccato al dirigente sostituire l’esponente politico.

Una cosa appare certa: anche se in futuro non dovesse essere il Gtt a gestire la tratta ferroviaria, il servizio proseguirà. Si è anche parlato dell’elettrificazione della linea ferroviaria: Luigi Robino ha confermato che la regione Piemonte ha chiesto al governo lo stanziamento di circa sei milioni di euro per modernizzare il servizio mentre altri otto milioni di euro sono stati richiesti per garantire la sicurezza del tratto ferroviario  Rivarolo Canavese-Settimo Torinese. E proprio per evitare che possano accadere disastri come quello che è accaduto in Puglia e che è costato la vita a decine di pendolari, la velocità dei convogli è stata diminuita a 70 chilometri orari.

Un rallentamento che, legato ad altre problematiche come i ritardi accumulati dopo il cambio di orario e i recenti episodi di vandalismo, hanno provocato non pochi disagi alle migliaia di pendolari che tutti i giorni usufruiscono del servizio con costi non certo abbordabili. La modernizzazione del trasporto dovrebbe sicuramente provocare un conseguente aumento dei passeggeri che consentiranno alla società che gestisce la tratta di tenere in vita il servizio.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/11/2017

Pavone, andavano in giro con coltelli a serramanico e un piede di porco. Denunciati due disoccupati

I carabinieri della Stazione di Ivrea hanno denunciato in stato di libertà alla Procura di Ivrea […]

leggi tutto...

Ivrea

/

22/11/2017

Canavese, nel 2017 sono state ben 187 le donne oggetto di violenza. Le iniziative dell’Asl To4

Come sempre è alta l’attenzione dell’Asl To4 sulla problematica della violenza contro le donne, attraverso l’impegno […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

22/11/2017

Cuorgnè, nasce in città una comunità di vendita on line di prodotti agricoli a chilometri zero

E’ con un “alveritivo” che avrà luogo venerdì 14 novembre alle 18,30 nella splendida cornice di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy