Rivarolo Canavese: la città festeggia il patrono San Michele Arcangelo. Attesa per la tradizionale Fiera

Rivarolo Canavese

/

23/09/2016

CONDIVIDI

A celebrare la Santa Messa sarà Monsignor Giacomo Ottonello, Nunzio Apostolico in Ecuador. Seguirà, dopo la processione religiosa, l'intitolazione del viale senza nome a Monsignor Mario Bosio

Rivarolo Canavese festeggia San Michele, patrono della città. Per l’occasione l’Associazione Turistica Pro loco di Rivarolo, in collaborazione con associazione Liceo Musicale cittadino ha messo a punto un nutrito programma che inizierà nella giornata di sabato 24 e che terminerà domenica 25 settembre. La manifestazione è patrocinata dal Comune. Il calendario prevede alle 18,00 di sabato 24 settembre, in piazza Garibaldi, lo spettacolo musicale dal titolo “Arena Rap”. Nell’intervallo è prevista per gli spettatori la degustazione gratuita di prodotti e vini tipici con i Maestri del gusto. Domenica 25 settembre alle ore 10,30, presso la chiesa di San Michele Arcangelo Monsignor Giacomo Ottonello, Nunzio Apostolico in Ecuador celebrerà la Santa Messa alla quale seguirà la tradizionale processione religiosa per le vie cittadine. Alle 12,00 nella prosecuzione di via Ivrea avrà luogo l’intitolazione del viale ancora senza nome a Monsignor Giacomo Bosio.

Dalle ore 15,00 alle 19,00, a cura dell’Associazione Amici del Castello Malgrà e l’Associazione DistretTo fotografico sarà possibile effettuare le visite guidate e libere alla mostra fotografica dal titolo “QXQ-Scorci insoliti di Torino”. Alle 16,30, nel cortile dello storico castello Malgrà, è previsto il concerto della Società Filarmonica di Forno Canavese ( in caso di maltempo l’evento si svolgerà nel Salone Comunale di via Montenero). Ma il clou della manifestazione è rappresentata dalla Fiera di San Michele, curata dall’Amministrazione Comunale, che sarà ospitata nelle vie del centro storico della città dalle ore 9,00 alle 19,00. Dalle 7,00 alle 20,00 l’Associazione “Il Buon Samaritano” allestirà, in via Ivrea, un banco di vendita di abiti usati a offerta libera.

La particolarità dell’odierna edizione della Festa patronale è rappresentata dalla cerimonia di intitolazione del viale al Monsignor Giacomo Bosio. Nato a Montanaro il 29 novembre 1917, Don Mario Bosio fu ordinato sacerdote nel 1940. Viceparroco a Feletto fu trasferito a Rivarolo Canavese nel 1948 e assistette Don Vincenzo Stragiotti. Fu nominato parroco nel 1950: fu l’inizio di un magistero vissuto con semplicità e dedizione verso la comunità. Riprese la pubblicazione del bollettino parrocchiale, istituì tra le altre cose la Conferenza Giovanile di San Vincenzo de’ Paoli e negli anni Novanta accolse le iniziative dell’Azione Cattolica e dei gruppi Scout “Nuovi Sentieri” e “Luna Nascente”. Nel 2002, su proposta del vescovo Monsignor Arrigo Miglio, ricevette da papa San Giovanni Paolo II la nomina a Cappellano di Sua Santità e il titolo di Monsignore. Don Bosio du prevosto della parrocchia di San Michele Arcangelo dal 1950 al 2003.

Dov'è successo?

Leggi anche

12/11/2019

Tangenziale Nord: “beccati” a viaggiare sulla corsia di emergenza. 10 patenti sospese

Lotta dura contro i “furbetti” della corsia d’emergenza, ossia nei confronti di coloro che per evitare […]

leggi tutto...

12/11/2019

Ciriè: studente aggredito da 5 giovani al bar. Aveva inviato un messaggio whatsapp a una ragazza

Ad evitare che la spedizione punitiva di trasformasse in un dramma è stato il fortuito passaggio […]

leggi tutto...

12/11/2019

Cuorgnè: la locale sezione della Lega è al fianco del piccolo Loris Augusti per aiutarlo a guarire

La sezione di Cuorgnè della Lega Salvini non ha voluto far mancare il suo sostegno al […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy