Rivarolo Canavese: grazie ai “Credendari del Cerro” il castello Malgrà torna agli splendori del Medioevo

Rivarolo Canavese

/

27/01/2019

CONDIVIDI

L'evento, che si spera possa essere finanziato attraverso la raccolta fondi web rientra nel più vasto progetto "Chiamata alle Arti" nato dal desiderio dei soci, di riproporre un concorso d’arte e mestieri medievali focalizzato all’interno di un contesto storico quanto più fedele ed accurato possibile, che rispecchi quello che poteva essere un borgo Sabaudo di fine ‘300. I partecipanti al concorso saranno la rappresentanza di una bottega della propria arte

E’ stata denominata “Chiamata alle armi: Artigiani in concorso alla Corte dei Savoia” l’iniziativa varata dall’associazione “Credendari del Cerro” che avrà come location ideale il suggestivo castello di Malgrà di Rivarolo Canavese. L’evento, va detto, rientra nel più vasto progetto “Chiamata alle Arti” nato dal desiderio dei soci di riproporre un concorso d’arte e mestieri medievali focalizzato all’interno di un contesto storico quanto più fedele ed accurato possibile, che rispecchi quello che poteva essere un borgo Sabaudo di fine ‘300, vissuto ed animato da una società operativa, specializzata e variegata in ogni suo aspetto e ceto sociale.

L’intenzione degli organizzatori di “Chiamata alle Arti: Artigiani in concorso alla Corte dei Savoia” è quello di finanziare il progetto tramite la raccolta fondi digitale, il crowdfunding appunto: l’obiettivo sarà quello di raccogliere una cifra di 3 mila euro finalizzata ad istituire tre borse di studio da porre in palio per gli artigiani che riusciranno a presentare il Capodopera più interessante al nostro concorso d’arte ed antichi mestieri a Settembre 2019.

Lunedi 28 Febbraio 2019 prenderà inizio sul sito www.eppela.com , la piattaforma numero 1 in Italia per il crowdfunding. Il concorso sarà dedicato alle associazioni ed alle personalità artistiche singole, operanti nel settore nazionale della Rievocazione Storica. I partecipanti al concorso saranno la rappresentanza di una bottega della propria arte, ciascuna proveniente da un proprio Comune e rappresentante una Signoria Italica del XIV secolo.

Dovranno essere le botteghe a occuparsi di allestire all’interno dell’incantevole cornice del Castello Malgrà di Rivarolo Canavese il 21 e 22 Settembre 2019 un’area di lavoro di circa 12 metri quadrati, ove ambientare la propria bottega e proporre una o più lavorazioni in loco, riconosciute genericamente come “Capodopera”. Ogni bottega potrà essere composta da una squadra formata da 1 fino ad un massimo di 5 personaggi: un magistero d’arte, un collaboratore o socio, un salariato ed un apprendista, assieme ad un araldo di rappresentanza.

A decretare il vincitore sarà presente una giuria, il Consiglio di Credenza, formato da tecnici di mestiere qualificati, competenti ciascuno in una propria arte (arte lignaria, del ferro, della ceramica, del tessile, della pergamena, del cuoio e pellami) , che secondo criteri di valutazione prestabiliti, daranno un punteggio matematico ad ogni bottega concorrente. L’iniziativa si rivolge alle associazioni regolarmente riconosciute ed alle singole persone fisiche operanti nel settore della rievocazione storica, che ricostruiscano un arco di tempo compreso tra il XIV e del XV secolo, con particolare riferimento di attenzione tra gli anni 1370 e 1420.

Il concorso sarà caratterizzato da un tema centrale, sulla base del quale ogni squadra concorrente dovrà provvedere a sviluppare il proprio lavoro.

I RICONOSCIMENTI IN PALIO

Le prime tre botteghe d’arte che sapranno distinguersi ottenendo il maggior punteggio stabilito dal Consiglio di Credenza, si aggiudicheranno il seguente titolo, rappresentato ciascuno dall’allegoria di una virtù:
1° Classificato:
“FABER EST SUAE QUISQUE FORTUNAE-FORTITUDO”.
2° Classificato
“ARBITER ELEGANTIARUM-MAGNANIMITAS”.
3° Classificato
“LAUDATOR TEMPORIS ACTIS-IUSTITIA”.
A decretare una seconda categoria vincitrice sarà invece il volere della “giuria popolare”, rappresentato appunto dal grado di preferenza riscosso tra il pubblico spettatore.
Ogni visitatore verrà dotato all’ingresso del parco di un apposito tagliando per esprimere la propria preferenza.
Premio giuria popolare
“VOX POPULI VOX DEI – CONCORDIA”.

Leggi anche

21/11/2019

Ciriè: ventenne aggredito in un bar per un messaggio non gradito a una ragazza. Identificati gli aggressori

Dopo una serie di articolate indagini compiute dagli agenti della polizia locale sono stati individuati i […]

leggi tutto...

21/11/2019

Feletto: i carabinieri inseguono i ladri di appartamento. Arrestato 23enne. Fuggiti i complici

I carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un giovane […]

leggi tutto...

20/11/2019

Rivarolo Canavese: gran festa per l’asilo nido “Il Girotondo” che compie quarant’anni di vita

Da quarant’anni assolve ininterrottamente alla sua funzione: quello di essere un punto di riferimento per intere […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy