Rivarolo Canavese: da ieri stop ai mezzi pesanti nelle strade del centro storico cittadino

Rivarolo Canavese

/

30/01/2016

CONDIVIDI

Il sindaco Alberto Rostagno ha firmato ieri l'ordinanza, per garantire la sicurezza e l'incolumità dei cittadini

Dal 29 gennaio è in vigore il divieto di transito ai mezzi pesanti con massa superiore ai 3,5 tonnellate nel centro storico di Rivarolo Canavese. L’ordinanza riguarda nella fattispecie autocarri, autocaravan, autoarticolati, autotreni, autosnodati, mezzi d’opera, macchine agricole e macchine operatrici. I veicoli non adibiti al trasporto delle persone che hanno un peso complessivo a pieno carico superiore a 9 tonnellate potranno transitare nel tratto più breve e periferico ed esclusivamente per effettuare le operazioni di carico e scarico merci presso medie e grandi strutture di vendita e per accedere alle sedi di attività produttive, previo rilascio dell’autorizzazione da parte del comando della polizia municipale.

L’ordinanza esclude, tra gli altri i veicoli delle forze di polizia e i e i veicoli di soccorso sanitario, dei Vigili del fuoco, delle Poste Italiane, della Protezione Civile, automezzi dell’amministrazione pubblica e i veicoli destinati alla raccolta dei rifiuti. Coloro che non osserveranno il divieto incorreranno nel pagamento di una sanzione che va da 84 a 335 euro. L’ordinanza, firmata dal sindaco Alberto Rostagno il 29 gennaio, è pubblicata nell’albo pretorio on line del sito web comunale. Sarà la polizia municipale a effettuare i quotidiani controlli nel perimetro interessato da provvedimento.

Queste le vie interessate dal divieto: Corso Torino, da Piazza Aimone Chioratti sino all’intersezione con Via della Lumaca in direzione sud e dall’intersezione con Via Pittara sino a Piazza Aimone Chioratti in direzione nord;  Corso Indipendenza da Piazza Aimone Chioratti sino all’intersezione con Via Vallero;  Corso Italia, consentendo l’accesso in Piazza Massoglia per la sosta; Via Trieste da Corso Italia sino all’intersezione con Via Vallero;  Via IV Novembre e Via Tiro a Segno; Via San Francesco d’Assisi; Via Nigra; Via Valle;  Via Merlo, da Corso Torino sino all’intersezione con Via della Lumaca;  Viale Losego, Via Rejneri, Via Giacosa e Via Gallo Pecca;  Via Piave, Via Micono e Via Recrosio; Viale Berone, Corso Rocco Meaglia e Via Carisia;  Via Montenero da Via San Francesco sino all’intersezione con Via Bertolotti e Via Colombo. 

Dov'è successo?

Leggi anche

30/05/2020

Coronavirus, il presidente della Regione: “Abbiamo i numeri per riaprire i confini il 3 giugno”

Ospite di Tgcom24 il presidente Alberto Cirio ha affermato che “il Piemonte ha i numeri in […]

leggi tutto...

30/05/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, sabato 30 maggio 7 decessi e 82 contagi. Il Covid-19 rimane tra noi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi sabato 30 maggio, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

30/05/2020

Chivasso, messaggio del sindaco Castello: “Abbiamo riaperto i mercati ma la prudenza è d’obbligo”

Pubblichiamo il messaggio che il sindaco di Chivasso Claudio Castello rivolge ai cittadini dove si fa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy