Rivarolo Canavese: al “Torino Royal Cup” i ragazzi del Taekwondo fanno man bassa di premi

Rivarolo Canavese

/

21/11/2018

CONDIVIDI

La nuova stagione agonistica della Taekwondo Canavese è iniziata all’insegna del gemellaggio Italia-Bosnia. Gli atleti delle due squadre sono stati ricevuti dal sindaco Rostagno, dal vicesindaco Gaetano e dall'assessore Leone

La nuova stagione agonistica della Taekwondo Canavese inizia all’insegna del tradizionale gemellaggio Italia-Bosnia e fa guadagnare numerose medaglie alla palestra “New Gym Tonic”, dove i rivarolesi si allenano e la compagine della Taekwondo Nur Kakanj viene ospitata da ormai 5 anni.
“Per una settimana ci siamo allenati insieme – racconta il maestro Francesco Sozzi -, e abbiamo lavorato alle rifiniture per la competizione ‘Torino Royal Cup’, che abbiamo disputato il 4 novembre. E’stato bellissimo vedere che lo sport supera i confini linguistici e territoriali. Due squadre di due nazioni che diventano una sola”.

“Ottimi risultati per gli atleti della Nur Kakanj – aggiunge la maestra Alma Vehab Colak, che proviene atleticamente da quella squadra e che mantiene il legame affettivo e operativo base del gemellaggio – e per i miei ragazzi della Taekwondo Canavese, sempre più numerosi tanto da aver dovuto creare 2 corsi per le cinture base e quelle intermedie”.

Cristian Chiperi e Nicolas Petrov hanno fatto ritorno in città con la medaglia d’oro al collo Raul Cutica, Sophia Dubini e Ilaria Falsone hanno conquistato la medaglia d’argento: bronzo per Adin Colak, Gabriel Dubini e Alyssa Ruberto e ottime prestazioni in gara anche per Alessio Ruggeri, Alexandru Matei Florin e Samuele Puggioni.

Ma alle soddisfazioni sportive si è aggiunta anche una bella sorpresa: una piccola delegazione delle 2 squadre gemellate è stata ricevuta dal sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno, insieme all’assessore allo Sport Claudio Leone, che aveva già incontrato il “nugolo bianco” dei piccoli del Taekwondo Canavese alla Giornata dello Sport ed era rimasto sorpreso da grinta e simpatia dimostrata.

Il vicesindaco Edo Gaetano ha regalato alla Nur Kakanj un libro sulla città a sancire il gemellaggio tra le 2 squadre e, a salutare la giovane delegazione emozionata durante le foto di rito, si è unita anche l’assessore Lara Schialvino che si è intrattenuta coi ragazzi e ha ascoltato la bella storia di Alma Vehab Colak, che per amore è venuta in Canavese e che per passione sportiva ha portato lo spirito del Taekwondo dalla Bosnia ai bambini di Rivarolo.

Dov'è successo?

Leggi anche

03/06/2020

Coronavirus: durante l’emergenza pestilenziale boom delle truffe ai danni di indifesi anziani

Nelle ultime settimane, con l’inizio della Fase 2 legata all’emergenza sanitaria Covid-19, è ripreso il fenomeno […]

leggi tutto...

03/06/2020

Coronavirus in Piemonte: drastico calo dei nuovi contagi. Leggero aumento dei decessi in ospedale

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 3 giugno, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

03/06/2020

A Ivrea “l’alba di un nuovo giorno per l’umanità”. L’artista Joey Guidone dona un’opera pittorica all’ospedale

A Ivrea “l’alba di un nuovo giorno per l’umanità”. L’artista Joey Guidone dona un’opera pittorica all’ospedale. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy