Rivarolo, al via i corsi di cucina e pasticceria all’Università della Terza Età

Rivarolo Canavese

/

14/10/2015

CONDIVIDI

Questo pomeriggio è stato inaugurato il nuovo anno accademico. Numerose le novità in programma e cambia anche il logo

“Cuore e amore”. E’ l’equazione con la quale il professor Alberto Conte, presidente emerito dell’Unitre di Rivarolo, Favria e Feletto ha definito lo spirito che anima il sodalizio canavesano. Questo pomeriggio, nel salone dell’Oratorio della Parrocchia di San Michele a Rivarolo, è stato inaugurato l’anno accademico 2015/2016.

Trecento iscritti, undici anni di attività, un consenso in crescita, laboratori e corsi sempre più qualificati. I numeri fotografano una realtà culturale che costituisce il fiore all’occhiello del panorama associazionistico alto-canavesano. Alla tradizionale cerimonia ha anche preso parte, oltre al presidente emerito, il presidente nazionale dell’Unitre nazionale Gustavo Cuccini, il past president Gian Savino Pene Vidari, il presidente Giacomo Antoniono, il direttore dei corsi Giuseppe Poli e il sindaco di Rivarolo Canavese Alberto Rostagno. Molte le novità che caratterizzano l’odierno anno accademico e non soltanto in ambito locale. In primo luogo cambia il logo dell’Unitre: accanto alla dicitura Università della Terza Età d’ora in poi campeggerà anche quella di Università delle Tre Età.

Una decisione che ribalta l’opinione diffusa che l’Unitre sia esclusivamente rivolta agli anziani. All’inizio l’obiettivo era quello di coinvolgere in attività culturali coloro che appartengono alla cosiddetta terza età, ma nel corso dell’ultimo decennio, in tutte le 400 sedi presenti su tutto il territorio nazionale (oltre un milione di iscritti) gli organizzatori si sono resi conto che ai corsi prendeva parte un numero sempre maggiore di persone di ogni età, compresi numerosissimi giovani. Le altre novità riguardano il nuovo anno accademico della sede di Rivarolo, Favria e Feletto: oltre ai corsi tradizionali di arte, Cultura, Storia, Geografia, Letteratura si affiancano i nuovi corsi di cucina, tenuto da un noto chef locale e di pasticceria che vedrà come docenti due professionisti rivarolesi. Un affiancamento inedito che in ogni caso presenta un denominatore comune, come ha spiegato il direttore dei corsi Giuseppe Poli nella presentazione iniziale: l’arte culinaria appartiene alla cultura e alla tradizione del territorio.

Una materia affascinante non soltanto per i gusti e sapori che sa creare ma anche per l’inventiva, frutto di esperienza, fantasia, capacità di coniugare tra loro le materie prime. Particolarmente apprezzata e applaudita è stata la conferenza dal titolo “Il fascino della matematica”. Relatore d’eccezione il professor Alberto Conte, presidente dell’Accademia delle Scienze di Torino e professore emerito già ordinario di Geometria Superiore presso l’Università degli Studi di Torino. Nel corso della prolusione ha affrontato con brio una materia apparentemente ostica come quella della matematica che non è soltanto una mera sequenza di numeri ma una filosofia che investe anche l’aspetto spirituale e morale.

Dal canto suo il sindaco di Rivarolo Canavese Alberto Rostagno, nel porgere il saluto della città alla comunità dell’Unitre, ha sottolineato come frequentare la palestra tonifica e fortifica il corpo, la partecipazione attiva al sodalizio fortifica e rinnova la funzionalità cerebrale.

Al termine della cerimonia ha fatto seguito il tradizionale rinfresco.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/10/2019

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio in visita alla Fiera d’Autunno di Barbania

La Fiera d’autunno di Barbania, che si è svolta domenica 20 ottobre , ha sfidato il […]

leggi tutto...

23/10/2019

Chivasso, ignoti sfregiano la tomba di una bimba morta a soli 6 anni. Sui social la rabbia della madre

Al dolore di aver perso la sua bambina all’età di 6 anni, otto anni fa, si […]

leggi tutto...

23/10/2019

Paura nella notte a Volpiano: incendio devasta una villetta. Gravemente intossicati marito e moglie

Sono due le persone intossicate dal fumo provocato da un furioso incendio divampato in un’abitazione di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy