Rivarolo: “Aiutateci nella ricerca scolastica”. Il liceo scientifico “Aldo Moro” cerca sponsor privati

10/03/2018

CONDIVIDI

Il laboratorio "Levi Montalcini" del liceo scientifico "Aldo Moro" di Rivarolo Canavese" necessita di fondi per implementare l'attività, ma la carenza di risorse economiche non lo consente: per questa ragione la dirigenza dell'istituto ha deciso di rivolgersi a sponsor privati per cercare di ovviare al problema

Il laboratorio “Levi Montalcini” del liceo scientifico “Aldo Moro” di Rivarolo Canavese” necessita di fondi per implementare l’attività, ma la carenza di risorse economiche non lo consente: per questa ragione la dirigenza dell’istituto ha deciso di rivolgersi a sponsor privati per cercare di ovviare al problema. Ed ecco che il dirigente scolastico Alberto Focilla, coadiuvato dalla vice preside Marina Pomatto e dalla professoressa Elena Bruno, referente del dipartimento scientifico del liceo, dagli studenti e dal tecnico di laboratorio, ha preso carta e penna (in senso figurato, ovviamente) e ha scritto alle aziende attive sul territorio canavesano con l’intento di instaurare un proficuo rapporto di collaborazione che ha come scopo una sorta di raccolta fondi destinati alle attività scientifiche.

E così nella mattinata di sabato 10 marzo, nell’aula magna del liceo “Moro” il personale docente ha incontrato gl’imprenditori e i titolati delle aziende maggiormente rappresentative dell’intero Canavese. Le risorse economiche di cui dispone la scuola hanno spiegato i promotori dell’incontro non consentono (nonostante la dirigenza abbia effettuato importanti investimenti) di procedere ad un “pieno miglioramento e adeguamento del laboratorio alla rapida evoluzione delle scienze sperimentali”. E non è tutto: la ricerca necessita di nuovi spazi perchè gli attuali locali che ospitano il laboratorio sono sfruttati al massimo. Ora: una delle modalità per perseguire gli obiettivi è quella di reperire risorse tramite la partecipazione a bandi concorso e progetti.

A questo proposito va sottolineato che il liceo due anni fa aveva ottenuto un piccolo finanziamento economico con un progetto, come ha spiegato il dirigente Alberto Focilla, denominato “Con.te.Sto” mentre nel 2017 la scuola ha partecipato al concorso “Made for Science” indetto dalla multinazionale di Saluggia Diasorin, che prevedeva lo stanziamento di 65mila euro per una sola scuola vincitrice tra tutte quelle del Piemonte.

Il team scientifico costituito da sei meritevoli studenti ha sviluppato un progetto che ha consentito loro di accedere, dopo aver subito una severa selezione alla finale, ma a vincere il concorso è stato un altro istituto superiore. “Ecco perchè abbiamo deciso di tentare altre strade per portare avanti il progetto elaborato dal team” ha detto il dirigente scolastico.

In parole povere la ricerca di privati e persone che possano sostenere l’attività scientifica del liceo rivarolese è una delle soluzioni per implementare la struttura e fornire agli studenti la possibilità di ” sperimentare ed indagare la realtà dei fenomeni naturali in maniera sempre più stimolante”.

Adesso la palla passa agli imprenditori invitati e che hanno mostrato interesse per la richiesta formulata dalla dirigenza. E si spera di poter dare conto di concrete novità nel prossimo futuro.

Dov'è successo?

Leggi anche

Canavese

/

26/06/2019

Previsioni meteo: in aumento il caldo africano. Domani si supererà il picco dei 40 gradi centigradi

Procede la fase di bel tempo con cieli totalmente sereni al mattino sia in pianura che […]

leggi tutto...

Ivrea

/

25/06/2019

Economia: a Ivrea il Ceo Thomas Miao racconta l’epopea del colosso cinese della telefonia Huawei

Huawei Italia è stata la protagonista del terzo appuntamento nell’ambito dell’iniziativa “Le imprese si raccontano”, un […]

leggi tutto...

Quincinetto

/

25/06/2019

Frana di Quincinetto, l’Uncem polemizza: “A rendere sicura la A5 devono essere le concessionarie”

E’ l’immobilismo delle società concessionarie dell’A5 Torino-Aosta a preoccupare, e non poco, Marco Bussone, presidente nazionale […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy