Rivara, nel prossimo autunno una rete di videocamere veglierà sulla sicurezza dei residenti

Rivara

/

16/08/2017

CONDIVIDI

La decisione non è stata assunta perchè sono in aumento i reati, ma per evitare, come spiegano in Comune. che possano essere commessi ai danni dei residenti

L’obiettivo è quello di prevenire i reati contro la persona e il patrimonio e per garantire, nel contempo, una maggiore sicurezza ai rivaresi: nel prossimo mese di autunno, infatti, iniziranno i lavori di realizzazione di una rete di videosorveglianza che coprirà il territorio comunale di Rivara. La decisione adottata dall’amministrazione comunale, previsa il sindaco Giancarlo Quarelli, non è il frutto di un aumento esposneziali dei reati quali scippi, rapine e furti, ma l’inziiativa rientra nell’ottica della prevenzione di eventuali crimini.

Sono le due le fasi che caratterizzeranno l’installazione dell’impianto di videosorveglianza: in autunno sranno òposizionate dieci telecamere nei luogi considerati più a rischio: Villa Ogliani, piazza Statuto, piazza Benevenuta, il parcheggio del cimitero, piazza Bosone, l’incrocio tra via Busano e via Breccia e, infine in piazza Martiri. Nel secondo troncone dei lavori sarà installata all’ingresso del centro abitato in via Busano una telecamera ottica in grado di leggere le targhe dei mezzi in transito: chi teme che l’intenzione sia quella di fare cassa si tranquillizzi, spiegano in Comune, perchè lo scoponon è quello.

La videocamera servirà a riprendere i mezzi in caso di incidenti stradali, nel supporto alle indaginbi eseguite dalle fiorze dell’ordine o a riprendere le targhe di mezzi di provenienza furtiva. Altri “occhi elettronici” sono previsti nell’area attrezzata e nel parco giochi di Rivara. Le immagini registrate veranno memorizzate nei server del comando di polizia locale e in quelli della locale stazione dei carabinieri. Per realizzare la rete di videosorveglianza, l’amministrazione spenderà poco più di centomila euro, tutti recuperati tra le pieghe del bilancio comunale.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/04/2018

Montanaro, la “Rosa dei 20” propone il tour dei caffè storici di Torino e la visita esoterica a Oropa

La Rosa dei 20, associazione di promozione sociale di Montanaro, propone al pubblico tre date da […]

leggi tutto...

22/04/2018

Asl T04: le prenotazioni per le prestazioni sanitarie si possono prenotare anche in farmacia

E’ stato definito un accordo sperimentale tra l’Asl To4 e Federfarma Torino, l’Associazione Titolari di Farmacia […]

leggi tutto...

22/04/2018

Locana: un contributo comunale per chi decide di risiedere in paese. In 10 anni persi 250 abitanti

Lo spopolamento continua a compire inesorabilmente i paese montani? E il comune stanzia un contributo destinato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy