A Rivara la sindaca di Lauriano Po processata e assolta per aver impedito la costruzione di 40 villette

Rivara

/

17/05/2017

CONDIVIDI

L'amministratrice era finita sotto processo con l'accusa di abuso d'ufficio per aver impedito un ulteriore consumo del suolo

Adesso che l’incubo è passato Matilde Casa, sindaca di Lauriano Po, ha deciso di affidare alle pagine di un libro dal titolo “Il suolo soprattutto” le emozioni provate durante tutte le lunghe tappe del processo che l’ha vista protagonista per aver restituito all’uso agricolo, tramite una variante al piano regolatore, un terreno agricolo sul quale si volevano costruire una quarantina villette. La sindaca anti-cemento come è stata battezzata è stata incoronata l’Ambientalista dell’Anno 2016 da migliaia di cittadini nel corso del concorso promosso lo scorso anno da Legambiente.

La difesa del suolo e il conseguente atto amministrativo avevano convinto un privato cittadino a denunciare l’amministratrice del paese pe “avere provocato intenzionalmente un danno ingiusto”. L’accusa era quella di abuso di atti d’ufficio. Le indagini condotte dalla procura presso il tribunale di Torino si erano conclude con un rinvio a giudizio. Il procedimento giudiziario si è concluso con la sentenza di piena assoluzione pronunciata dal giudice del tribunale. Matilde Casa ha presentato nella serata del 5 maggio scorso il libro scritto in collaborazione con Paolo Pileri alla biblioteca storica del castello di Rivara.

Alla serata hanno preso parte, oltre ad un folto e interessato pubblico anche Giorgio Ferrero, assessore regionale all’Agricoltura e Alberto Rostagno sindaco di Rivarolo Canavese. “Difendere l’Ambiente durante il proprio operato di amministratore a volte comporta non solo pesanti responsabilità – commenta il primo cittadino di Rivarolo – ma anche il dover affrontare procedimenti penali per difendere la scelta di arrestare l’eccessivo consumo del suolo. Devo dire che la sindaca ha dimostrato una coerenza e un coraggio non comune. Un coraggio che l’assunzione di responsabilità non ha certo minato. Non possiamo che testimoniare la nostra vicinanza e ammirazione a questa amministratrice che non ha arretrato per difendere il patrimonio pubblico”.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/02/2018

Caselle, torna il parcheggio a pagamento. Adesso si potranno usare bancomat e carta di credito

A Caselle, dopo mesi di parcheggio libero e a volte caotico, tornano le strisce blu: dal […]

leggi tutto...

22/02/2018

Salerano: Ottino si dimette da sindaco, il prefetto scioglie il consiglio e commissaria il comune

Lascia l’Italia per raggiungere la famiglia in Portogallo e Salerano, comune di poco più di 500 […]

leggi tutto...

22/02/2018

Borgaro: i vandali danneggiano il monumento del Grande Torino. Ed è polemica

Non c’è limite all’imbecillità e non c’è limite alla mancanza di rispetto per la memoria dei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy