Rifiuti, l’Asa non ha pagato la Tefa e la Città Metropolitana chiede i soldi ai Comuni

Rivarolo Canavese

/

23/01/2016

CONDIVIDI

I sindaci sono concordi: "I cittadini hanno già pagato". L'Amministrazione di Rivarolo risponde tramite un legale

L’Asa non ha versato il tributo Tefa dovuto all’ex Provincia di Torino per la raccolta rifiuti e adesso la Città Metropolitana chiede il conto ai comuni che allora facevano parte del consorzio. Soldi che i cittadini hanno già versato a suo tempo e che sono finiti nelle case dell’Asa di Castellamonte. Rivarolo, Castellamonte e Cuorgnè sono i comuni che hanno ricevuto tempo fa la richiesta, avanzata dall’ufficio legale della Città Metropolitana, di pagamento del tributo (pari al 5% delle bollette inviate ai contribuenti) dovuto nel periodo compreso tra il 2010 e il 2014.

In sostanza la Città Metropolitana subentrata nelle funzioni e nelle competenze all’ex Provincia di Torino, reclama quel che l’Asa non ha versato. In pratica: il comune di Rivarolo Canavese dovrebbe pagare 220 mila euro, altrettanti il Comune di Castellamonte e 185 mila euro quello di Cuorgnè. Una bella tegola che, però non giunge inaspettata. Se il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto si chiede come mai la Città Metropolitana si è accorta soltanto adesso che l’Asa non aveva versato l’Efa e ribadisce che i cittadini hanno già pagato, Alberto Rostagno, sindaco del comune di Rivarolo Canavese, è passato alle vie di fatto, respingendo al mittente la richiesta di pagamento. “Abbiamo dato incarico all’avvocato Fogagnolo di rispondere allo studio legale della Città Metropolitana – chiarisce -. Abbiamo ribadito che il tributo era già stato versato. Chiarisco che non si tratta di un atto ingiuntivo, ma soltanto una richiesta di chiarimenti. In ogni caso non è giusto che i cittadini paghino due volte lo stesso tributo e, se sarà necessario, agiremo in tutte le opportune sedi”.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/02/2018

Caselle, torna il parcheggio a pagamento. Adesso si potranno usare bancomat e carta di credito

A Caselle, dopo mesi di parcheggio libero e a volte caotico, tornano le strisce blu: dal […]

leggi tutto...

22/02/2018

Salerano: Ottino si dimette da sindaco, il prefetto scioglie il consiglio e commissaria il comune

Lascia l’Italia per raggiungere la famiglia in Portogallo e Salerano, comune di poco più di 500 […]

leggi tutto...

22/02/2018

Borgaro: i vandali danneggiano il monumento del Grande Torino. Ed è polemica

Non c’è limite all’imbecillità e non c’è limite alla mancanza di rispetto per la memoria dei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy