Rifiuti, l’Asa non ha pagato la Tefa e la Città Metropolitana chiede i soldi ai Comuni

Rivarolo Canavese

/

23/01/2016

CONDIVIDI

I sindaci sono concordi: "I cittadini hanno già pagato". L'Amministrazione di Rivarolo risponde tramite un legale

L’Asa non ha versato il tributo Tefa dovuto all’ex Provincia di Torino per la raccolta rifiuti e adesso la Città Metropolitana chiede il conto ai comuni che allora facevano parte del consorzio. Soldi che i cittadini hanno già versato a suo tempo e che sono finiti nelle case dell’Asa di Castellamonte. Rivarolo, Castellamonte e Cuorgnè sono i comuni che hanno ricevuto tempo fa la richiesta, avanzata dall’ufficio legale della Città Metropolitana, di pagamento del tributo (pari al 5% delle bollette inviate ai contribuenti) dovuto nel periodo compreso tra il 2010 e il 2014.

In sostanza la Città Metropolitana subentrata nelle funzioni e nelle competenze all’ex Provincia di Torino, reclama quel che l’Asa non ha versato. In pratica: il comune di Rivarolo Canavese dovrebbe pagare 220 mila euro, altrettanti il Comune di Castellamonte e 185 mila euro quello di Cuorgnè. Una bella tegola che, però non giunge inaspettata. Se il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto si chiede come mai la Città Metropolitana si è accorta soltanto adesso che l’Asa non aveva versato l’Efa e ribadisce che i cittadini hanno già pagato, Alberto Rostagno, sindaco del comune di Rivarolo Canavese, è passato alle vie di fatto, respingendo al mittente la richiesta di pagamento. “Abbiamo dato incarico all’avvocato Fogagnolo di rispondere allo studio legale della Città Metropolitana – chiarisce -. Abbiamo ribadito che il tributo era già stato versato. Chiarisco che non si tratta di un atto ingiuntivo, ma soltanto una richiesta di chiarimenti. In ogni caso non è giusto che i cittadini paghino due volte lo stesso tributo e, se sarà necessario, agiremo in tutte le opportune sedi”.

Dov'è successo?

Leggi anche

19/08/2019

Volpiano, a ottobre finalmente la gara d’acquisizione di Comital e Lamalù. Fine dell’incubo?

Il conto alla rovescia è già iniziato: tra 45 giorni si aprirà ufficialmente la gara per […]

leggi tutto...

19/08/2019

Chivasso: è tutto pronto per la fantasmagorica festa patronale del “Beato Angelo Carletti”

La Città di Chivasso si appresta a festeggiare il suo Santo Patrono Beato Angelo Carletti nel […]

leggi tutto...

19/08/2019

Cade dal sollevatore in casa di riposo durante uno spostamento. Grave una pensionata di 96 anni

E’ ancora ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Chivasso l’anziana di 96 anni vittima di un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy