Rete Vodafone in tilt anche in Canavese fino alle 11. Le segnalazioni di protesta intasano i call center

Ivrea

/

03/10/2018

CONDIVIDI

Black out anche in uffici e aziende. Il gestore telefonico si scusa ma molti pensano di chiedere, attraverso le associazioni dei consumatori, i danni alla società per le ore di connessione perse

Per ore decine di migliaia di utenti del gestore telefonico Vodafone hanno dovuto fare i conti con l’assenza del segnale mobile e dati. Il disservizio si è protratto in Piemonte e conseguentemente in Canavese, in tutto il Piemonte (che pare sia la regione maggiormente colpita dal disservizio) in Liguria, Lombardia, Valle d’Aosta e in altre regioni del Centro Italia. Migliaia di telefonate di utenti esasperati hanno intasato i call center dell’azienda. Nei display degli smartphone per ore ha campeggiato la scritta “Nessun servizio. Solo Sos”.

In parecchi casi il disservizio ha interessato anche i wi-fi dell’adsl e della fibra. Gravi disagi anche per gli uffici e le aziende che sono clienti di Vodafone. Il black out, durato diverse ore, ha impegnato a lungo i tecnici del gestore telefonico. I clienti Vodafone hanno espresso sui social la loro indignazione per l’assenza del segnale che pare abbia iniziato a verificarsi prima dell’alba.

La trasmissione dei dati voce e internet è ripresa poco prima delle 11,00. L’azienda si è scusata pubblicamente con gli utenti per il disagio precisando che si sta lavorando per evitare che black out così prolungati possano verificarsi in futuro. Ma c’è chi non si accontenta delle scuse e delle rassicurazioni e pensa di chiedere, attraverso le associazioni che rappresentano i consumatori, un risarcimento all’azienda per le ore di connessione perdute.

Già in tarda mattinata Vodafone ha inviato un sms di scuse agli utenti: “Questa notte si è verificato nella tua zona un incidente tecnico di rara eccezionalità: abbiamo lavorato tutta la notte senza interruzione per ripristinare il servizio e ci siamo finalmente riusciti alle 10.50. Ci scusiamo profondamente e consapevoli del disagio che ti abbiamo causato”.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/07/2020

Coronavirus in Piemonte, il bollettino del 16 luglio: + 76 guariti, + 7 nuovi contagi e zero decessi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che alle ore 17,00 di oggi, giovedì 16 luglio, […]

leggi tutto...

16/07/2020

Mezzi pubblici non utilizzati durante il lockdown: dalla Regione arriva il rimborso

La Regione Piemonte ha accolto le richieste avanzate dalle associazioni dei consumatori: sarà possibile ottenere un […]

leggi tutto...

16/07/2020

Eporediese: padre abusava della figlia quattordicenne. Il pm ha chiesto una condanna a 14 anni

Eporediese: padre abusava della figlia quattordicenne. Il pm ha chiesto una condanna a 14 anni L’accusa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy