Rave-Party a San Benigno: i carabinieri hanno identificato 70 ragazzi

17/08/2015

CONDIVIDI

I duecento giovani che hanno partecipato alla manifestazione rischiano, se i proprietari della cascina sporgeranno querela, una denuncia per occupazione abusiva

Rischiano una denuncia a piede libero per occupazione abusiva se i proprietari del cascinale abbandonato sporgeranno denuncia. Ma i duecento giovani (provenienti da tutto il Nord Italia) che nella notte di Ferragosto hanno organizzato un Rave-Party nella cascina Miusina che sorge nel territorio di San Benigno Canavese, sono abituati a fare i conti con la legge.

Nella prima mattinata di sabato i carabinieri, avvertiti da alcuni residenti disturbati dalla musica ad altissimo volume,  avevano presidiato la zona per evitare incidenti e hanno allontanato un altro centimaio di ragazzi che volevano partecipare alla festa musicale.

Gli uomini della Compagnia di Chivasso hanno identificato 70 ragazzi. Un giovane è stato segnalato alla prefettura di Torino perchè trovato in possesso di alcuni grammi di hashish.

Leggi anche

02/04/2020

I sindaci canavesani potranno accedere alla piattaforma per il monitoraggio del Covid-19

I sindaci del Canavese e le Forze dell’Ordine del territorio hanno un nuovo strumento tecnologico per […]

leggi tutto...

02/04/2020

Emergenza Coronavirus: oggi giornata nera in Piemonte. 94 i morti. Salgono a 217 i guariti

Sono saliti a 217 i pazienti guariti dal Covid-19. l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha […]

leggi tutto...

02/04/2020

Rivarolo: va in Posta con la tuta anti nucleare e la maschera antigas. Pesce d’aprile in ritardo?

L’utente si è diligentemente messo in coda, mantenendo la distanza prevista dal decreto sicurezza, indossando una […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy