Quincinetto: la Città Metropolitana attende i dati relativi all’emergenza della grande frana

31/07/2019

CONDIVIDI

Tecnici al lavoro per la redazione di un piano di protezione civile condiviso che concili le esigenze di sicurezza con la riduzione dei disagi per la viabilità

Ridimensionato l’allarme per il movimento franoso che incombe, in località Chiappetti a Quincinetto, sull’autostrada A5 e che domenica scorsa ha portato alla chiusura in entrambe le direzioni per circa tre ore, dalle 16,00 alle 19,00 dell’autostrada A5 Torino-Monte Bianco nel tratto tra Pont Saint Martin e Ivrea.

Il provvedimento è stato preso in accordo fra Prefettura, Regione Piemonte, Città metropolitana di Torino e concessionarie autostradali (Ativa e Sav) in seguito alle segnalazioni dei sensori posti sulla frana monitorati dal Centro di competenza della protezione civile presso l’Università di Firenze, mentre si sta lavorando a un piano di protezione civile condiviso che concili le esigenze di sicurezza con la riduzione dei disagi per la viabilità.

Il vicesindaco metropolitano Marco Marocco ringrazia la protezione civile della Città metropolitana, la Prefettura, la Regione Piemonte, la Polizia stradale, i Carabinieri, i sindaci e i volontari per “la velocità di risposta e la disponibilità”. “Restiamo in attesa di conoscere e interpretare i dati di questa emergenza – aggiunge il vicesindaco metropolitano -, che hanno portato al blocco e allo sblocco nell’arco di tre ore dell’autostrada. Capire cosa è successo ci aiuterà a formulare soluzioni che aiutino a creare meno disagi possibili al territorio”.

Leggi anche

16/08/2019

Escursionismo: prende il via la prima, grande edizione, della “Grande Traversata delle Alpi”

C’è tempo fino al 31 ottobre 2019 per partecipare alla prima edizione di “Sguardi sulla GTA […]

leggi tutto...

16/08/2019

Venaria: l’auto prende fuoco e le fiamme lambiscono uno stabile. Terrore tra i residenti

L’auto ha preso fuoco all’improvviso e le fiamme si sono levate così alte da lambire le […]

leggi tutto...

16/08/2019

In montagna il cellulare non riceve il segnale. L’Uncem: “Se ne occupi con urgenza il Parlamento”

Centinaia di migliaia di persone che in questi giorni si trovano in montagna sanno di cosa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy