Quincinetto: una frana minaccia la Torino-Aosta. Autostrada chiusa e caos sulla statale 26

Quincinetto

/

22/06/2019

CONDIVIDI

A regolamentare il caos che si è creato sulla viabilità alternativa sono gli agenti della polizia stradale e i tecnici Anas. Marco Marocco vicesindaco della Città Metropolitana: "Valutiamo lo spostamento della chiusura per evitare l'ingorgo che si è creato"

Che quella frana rappresentasse un pericolo effettivo lo si sapeba da anni ma i temporali degli ultimi giorni hanno causato un avanzamento decisamente preoccupante. Per questa ragione l’autostrada A5 Torino Aosta che corre a fianco del versante montano interssato dal distacco roccioso, in località Chiappetti è stata chiusa, oggi sanato 22 giugno, al traffico in entrambe le direzioni di marcia. Affermare che il traffico è in tilt è un eufemismo. L’avanzamento della frana, constotiota da una gran massa di rocce e fango è stato segnalato dai sensori istallati tempo fa. Per evitare improvvisi scivolamenti a valle, che avrebbero inevitabilmente travolto oltre alle case anche l’autostrada, si è deciso di chiudere un tratto di 18 chilometri tra i caselli di Ivrea e Pont Saint Martin.

Chi è diretto a Torino deve obbligatoriamente uscire a Pont Saint Martin e percorrere la statale 26 mentre chi è diretto in Valle d’Aosta deve uscire al casello di Ivrea e proseguire sulla statale 26. La regolamentazione del traffico, in questo momento in preda a un forte caos è affidato agli agenti della polizia stradale e al personale dell’Anas. La Città Metropolitana di Torino attraverso il vicesindaco Marco Marocco è da questa mattina in collegamento costante con Regione Piemonte e Regione Autonoma Valle d’Aosta e segue l’evoluzione della vicenda collegata alla frana di Quincinetto.

“Ho sentito i due assessori regionali ai trasporti Marco Gabusi del Piemonte e Luigi Giovanni Bertschy della Valle d’Aosta – spiega Marco Marocco – e il sindaco di Quincinetto. La decisione di chiudere l’Autostrada A5 ad Ivrea sta causando disagi gravi al traffico e sta paralizzando l’Eporediese. Noi chiediamo che venga valutato lo spostamento della chiusura della A5 dall’altezza di Ivrea all’altezza di Quincinetto, per liberare il tappo che si è creato. Restiamo tutti in attesa dei dati rilevati dai sensori che da anni monitorano la frana. La sicurezza viene per prima cosa, ma di certo sarebbe stata utile una maggiore condivisione sulla scelta di dove localizzare la chiusura del traffico veicolare”.

L’Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.

Leggi anche

15/09/2019

La Regione stanzia 15 milioni per iniziative di contrasto alla violenza su bambini e adolescenti

L’assessore regionale alle Politiche sociali, Chiara Caucino, annuncia la pubblicazione del bando “Ricucire i sogni”, che […]

leggi tutto...

15/09/2019

Mappano: fugge alla vista del carabinieri e sperona la “gazzella” per fermarli. Arrestato diciassettenne

Quella vecchia Fiat uno che si aggirava di notte nelle strade di Mappano non era sfuggita […]

leggi tutto...

15/09/2019

Ala di Stura: va in cerca di funghi, cade dal sentiero e precipita nella scarpata. Muore un 70enne di Ciriè

E’ morto mentre si stava avventurando in montagna alla ricerca di funghi. Un’altra, ennesima vittima. A […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy