Quanto vale una vita? Riflessioni sull’attualità e la cronaca tratte dal blog di Giorgio Cortese

Canavese

/

09/06/2019

CONDIVIDI

"Ritengo che la vita umana, in qualunque forma o situazione si presenti, ha comunque sempre un valore incalcolabile, come qualunque altra cosa. E non intendo biasimare chi aggredito si difende"...

Oggi la gente conosce il prezzo di tutto e il valore di nulla, purtroppo sono sempre quelli senza valori a dare un prezzo, parlano di morte come parlare di denaro e da stolti dovrebbero sapere che nessun umano sa né il prezzo né il valore di una vita. Una società che comincia a deprezzare la vita umana finirà presto a disprezzarla e a sopprimerla, come già accade durante i regimi totali totalitari del Novecento, nazismo e comunismo.

Ritengo che la vita umana, in qualunque forma o situazione si presenti, ha comunque sempre un valore incalcolabile, come qualunque altra cosa. Con questo non voglio assolutamente biasimare chi trovandosi aggredito in casa si difende, ci mancherebbe, ma forse oggi abbiamo perso la bussola del buonsenso. Il paradosso è che il buon senso pare sia la cosa meglio distribuita al mondo, infatti ciascuno, se ne considera così ben provvisto al punto tale che nessuno pensa mai a desiderarne di più!

Nei “Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni c’è una frase celebre e molto attuale, secondo la quale “il buon senso se ne sta nascosto, per paura del senso comune?”. Questo perché il buon senso non coincide con l’opinione corrente che ne è talora solo una scialba contraffazione piena di luoghi comuni e banalità cavalcate dal leader del momento che ascolta la pancia di noi italiani, ma la storia insegna che i personaggi che hanno bisogno di dimostrare il loro valore poi non valgono molto. Tornando alla domanda iniziale mi viene da rispondere che la vita umana è dall’inizio alla fine inviolabile e non è un valore marginale, ma la base della nostra società per l’umana convivenza.

Diversamente qualsiasi membro della società non avrebbe un punto di riferimento sicuro da interventi esterni arbitrari e dispotici. Per chi incita all’odio forse non ha valore una vita e non c’è nulla che valga una vita, ma tutto il mondo non vale la più piccola vita di una persona umana, nella vita ogni essere umano uomo possiede un principio originale e irriducibile, fondamento di diritti inalienabili, sorgente di valori. E nella mia piccola vita posso dire che è inutile agitare dei crocefissi se poi non si da valore alla vita! (dal blog di Giorgio Cortese)

Leggi anche

20/01/2020

Castellamonte: fare arte con i materiale di recupero? Un successo l’iniziativa di Teknoservice

Sabato scorso, 18 gennaio, si è tenuto l’ultimo incontro del ciclo di laboratori creativi RiciclArte, organizzato […]

leggi tutto...

20/01/2020

La Olisistem di Settimo affitta un ramo di azienda all’Innovaway. E scatta la protesta dei dipendenti

L’affitto del ramo d’impresa alla Innovaway? Inizia subito con una protesta che avrà luogo domani, martedì […]

leggi tutto...

20/01/2020

Montanaro: i ristoratori canavesani piangono la morte, a soli 46 anni, del grande chef Diego Baro

Il malore che lo ha colpito nella sua abitazione di Montanaro mercoledì scorso gli è stato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy