Pont: carabinieri, vigili del fuoco e soccorso alpino alla ricerca di Elisa Gualandi. Nessuna traccia

Pont Canavese

/

23/08/2018

CONDIVIDI

Le ricerche effettuate dai soccorritori hanno dato esito negativo. Si rafforza l'ipotesi che la donna sia rimasta vittima di un incidente montano. Se è così, dov'è finito il corpo?

Nella mattinata di giovedì 23 agosto i carabinieri della Compagnia di Ivrea, in collaborazione dei vigili del fuoco di Ivrea e ai volontari del Soccorso Alpino, hanno svolto ulteriori ricerche in relazione alla scomparsa di Elisa Gualandi. Le ricerche si sono concentrate su alcuni sentieri e zone impervie in località montuose comprese tra Pont Canavese e Sparone. Non è stata trovata alcuna traccia riconducibile alla donna. Il mistero sulla scomparsa della 53enne dipendente comunale di Torino si infittisce sempre di più.

Elisa Gualandi si era trasferita da Torino a Pont Canavese nel mese di maggio. Dopo neanche un mese, il 6 giugno, la donna è uscita dall’abitazione nella quale viveva insieme all’adorato gatto e non vi ha fatto più ritorno. Si ipotizza ancora che sia rimasta vittima di un incidente: ma rimane aperta la pista del sequestro di persona, tanto è vero che la procura di Ivrea nel mese di luglio ha aperto un fascicolo contente questa ipotesi di reato nei confronti di ignoti per poter effettuare le indagini in altre direzioni.

Un’ipotesi che con il trascorrere del tempo e l’avanzare dell’attività investigativa si sta facendo sempre più remota. Nella mattinata di 26 agosto le ricerche si sono concentrate su alcuni sentieri e zone impervie nel territorio compreso tra Pont Canavese e Sparone. Che fine ha fatto, dunque, Elisa?

L’ultima persona con la quale la donna avrebbe parlato prima della sua improvvisa e inquietante scomparsa è la sorella che il due giugno le aveva telefonato. Poi sono iniziate le ricerche e gli appelli sui giornali e in televisione. Poi il nulla.

Leggi anche

03/07/2020

La Fondazione Crt: “Via l’ospedale Covid dalle ex Ogr”. Valle (Pd): “Cirio decida che cosa fare”

“Finita la festa, gabbato lu santo” recita un vecchio adagio quanto mai attuale nel momento in […]

leggi tutto...

03/07/2020

Coronavirus in Piemonte: 4 i decessi (nessuno oggi) e 16 nuovi casi positivi. L’epidemia rallenta ancora

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunicato che, alle ore 18,00 di oggi, venerdì 3 luglio […]

leggi tutto...

03/07/2020

Epidemia, Rivarolo è una città Covid-free. Dall’inizio dell’epidemia, oggi nessun contagio

Rivarolo Canavese è Covid-free: a darne l’annuncio con evidente soddisfazione è il sindaco Alberto Rostagno sulla […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy