Piemonte e Canavese: le imprese guardano all’Europa. Confindustria: “Sì ai fondi sulla ricerca”

05/11/2019

CONDIVIDI

Il segretario generale Paolo Balistreri: "L’obiettivo di fondo e comune a tutti deve essere quello di rafforzare e qualificare la partecipazione piemontese ai programmi europei, creando un effetto leva per la crescita, lo sviluppo e la competitività della nostra regione". Sul tavolo l'UE mette ben 100 miliardi di euro

Si è svolto nel pomeriggio di martedì 5 novembre a Torino il convegno dal titolo “Verso la programmazione europea 2021-2027: il nuovo approccio a sostegno della ricerca, innovazione e competitività industriale”, organizzato da Confindustria Piemonte, nell’ambito della rete Enterprise Europe Network, in collaborazione con la Delegazione di Confindustria presso l’UE e con il patrocinio della Commissione europea. Nel Quadro Finanziario Pluriennale 2021-2027 dell’UE – attualmente in fase di negoziazione inter-istituzionale a Bruxelles – l’Europa intende valorizzare ulteriormente il ruolo della ricerca e dell’innovazione come driver della politica industriale comunitaria e leva essenziale per la competitività delle imprese europee, mettendo in campo appropriate misure per rilanciare la leadership europea nel campo della R&I.

Il segretario generale di Confindustria Piemonte, Paolo Balistreri – che ha introdotto i lavori insieme al Presidente dell’Unione Industriale, Dario Gallina e al Capo della Rappresentanza della Commissione Europea a Milano, Massimo Gaudina – ha richiamato l’importanza, per il sistema produttivo piemontese e per l’ecosistema regionale nel suo complesso, di prepararsi sin da ora a cogliere le opportunità che saranno disponibili nella programmazione europea 2021-2027: un quadro di riferimento complessivo che vedrà operare in sinergia i fondi gestiti ed erogati direttamente dalla Commissione europea con le risorse a gestione indiretta o concorrente, di competenza regionale. “L’obiettivo di fondo e comune a tutti deve essere quello di rafforzare e qualificare la partecipazione piemontese ai programmi europei, creando un effetto leva per la crescita, lo sviluppo e la competitività della nostra regione”.

Successivamente, tramite gli interventi tecnici a cura della Delegazione di Confindustria Presso l’UE, della Commissione europea e di APRE (Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea), è stato fornito un quadro delle novità che caratterizzeranno “Horizon Europe” che, con un bilancio proposto di 100 miliardi di euro dal 2021 al 2027, si propone come il più ambizioso programma quadro di ricerca e innovazione mai finanziato dalla Commissione europea, con un incremento di 20 miliardi di Euro rispetto a Horizon 2020.

A seguire, sono state presentate le misure dedicate alle PMI nell’ambito dello European Innovation Council che, dopo la conclusione dell’attuale fase pilota, sarà definitivamente implementato all’interno del terzo pilastro di Horizon Europe – “Innovative Europe”. È stato, infine, illustrato il nuovo approccio della Commissione alla gestione degli strumenti finanziari europei che, a partire dal 2021, confluiranno nel fondo unico InvestEU.

Ha concluso i lavori Andrea Tronzano, assessore al Bilancio e allo Sviluppo delle Attività Produttive e delle piccole e medie imprese della Regione Piemonte. Il testimone dell’iniziativa passa ora ad Assolombarda, che il 6 novembre ospiterà l’edizione milanese del convegno.

Leggi anche

07/07/2020

Coronavirus: finora in Piemonte 4mila 107 decessi. Crescono i guariti. 5 i nuovi contagiati

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che alle 17,00 di oggi, martedì 7 luglio, i […]

leggi tutto...

07/07/2020

Chivasso: caschi, tute protettive e guanti al personale. Ecco come la Lilt ha aiutato l’ospedale

Una grande catena solidale che ha consentito di donare all’ospedale di Chivasso 9mila guanti, 600 mascherine […]

leggi tutto...

07/07/2020

Sanità: arriva l’infermiere di famiglia che affiancherà il medico di base nella cura dei pazienti

Affiancherà il medico di famiglia per assicurare una migliore assistenza sanitaria ai pazienti. È l’infermiere di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy