Treno ad Alta Velocità: anche la Valle d’Aosta promuove la “Porta del Canavese” di Chivasso

Chivasso

/

15/07/2019

CONDIVIDI

La realizzazione di una fermata intermedia consentirebbe ai valdostani un accesso più veloce al servizio e ridurrebbe in modo significativo i tempi di percorrenza per Milano

La Regione Valle d’Aosta ha approvato, la scorsa settimana, il programma strategico degli interventi per modernizzare la rete ferroviaria e rendere efficiente il sistema integrato dei trasporti pubblici. Fra gli interventi considerati significativi, il documento valdostano prende in considerazione anche la ‘Porta del Canavese’ di Chivasso: “Il progetto di realizzazione di una stazione a Chivasso sulla linea Alta velocità Torino-Milano, in corrispondenza dell’intersezione con la linea Aosta-Chivasso, è stato avanzato e sostenuto negli ultimi anni da associazioni ed Enti locali piemontesi come iniziativa idonea ad avere un nuovo accesso alla rete dell’Alta velocità ferroviaria a favore delle comunità del Canavese, del Monferrato e anche della Valle d’Aosta” si legge nel Programma strategico.

Si tratta di un’iniziativa che darebbe ai valdostani un accesso più veloce alla rete dell’Alta Velocità e ridurrebbe in modo significativo i tempi di percorrenza per Milano. Si può ritenere che tale intervento, comunemente denominato ‘Porta del Canavese-Monferrato’, potrebbe avere effetti positivi per l’accessibilità del territorio regionale”.
Il documento prosegue rilevando che il progetto per la “Porta del Canavese” dovrebbe porre attenzione alla salvaguardia del servizio regionale e pendolare valdostano e cercare con esso la massima sinergia.

“Già nell’incontro avuto ad aprile al Ministero la Città metropolitana – ha fatto notare il vicesindaco Marco Marocco – aveva rilevato l’importanza delle ricadute che quest’opera avrebbe non solo sul nostro territorio ma anche nel vicino Monferrato e in Valle d’Aosta, con ricadute sullo sviluppo turistico e sul contrasto alla crisi demografica. A sostegno della necessità di fare di Chivasso il nodo di interscambio tra linea ad alta Velocità, ferrovie regionali e assi stradali ed autostradali, ora è sancito anche dall’approvazione del Piano strategico regionale valdostano”.

Leggi anche

23/08/2019

Chivasso: assessore alle Politiche per la casa o primario in Cardiologia? Moretti sceglie l’ospedale

Martedì 20 agosto il dottor Claudio Moretti ha presentato, al Sindaco Claudio Castello, la sua lettera […]

leggi tutto...

23/08/2019

Costretti a frugare tra gli scarti del mercato. In aumento i nuovi poveri anche in Canavese

Anziani pensionati, esodati, persone rimaste senza lavoro, coppie di precari con figli in tenera età: sono […]

leggi tutto...

23/08/2019

Quassolo: auto esce di strada, sfonda la recinzione e si ribalta in un prato. Feriti due anziani coniugi

La Volkswagen Tiguan ha improvvisamente sbandato è uscita fuori strada e, dopo aver percorso un tratto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy