Pensionato palpeggiò il seno dell’autista del bus. A processo con l’accusa di violenza sessuale

19/01/2018

CONDIVIDI

L'uomo di 63 anni, è comparso davanti al giudice per aver molestato l'autista donna dell'autobus di linea del Gtt a Borgofranco d'Ivrea

Tornerà alla sbarra il prossimo mese di febbraio il pensionato di Borgofranco d’Ivrea che avrebbe palpeggiato più volte il seno dell’autista dell’autobus Gtt della linea 1 di Ivrea. L’uomo, 63 anni, era stato rinviato a giudizio con l’accusa di violenza sessuale. L’episodio ha avuto luogo al 27 febbraio del 2012: oltre che per la violenza sessuale il pensionato era stato denunciato dai carabinieri per detenzione di armi atte a offendere perchè nelle tasche dell’uomo ritrovarono una coltello con una lama di otto centimetri.

La vicenda ha dell’incredibile: dopo essere salito sull’autobus di linea che collega Ivrea a diversi comuni dell’Eporediese, il pensionato infilò una mano nel vetro divisorio e palpeggiò a più riprese la donna di 42 anni che si trovava alla guida del pullman. L’autista fermò immediatamente il bus e chiamò il 112. I carabinieri identificarono e denunciarono l’uomo dalle “lunghe mani”. Nei giorni scorsi è iniziato il processo penale davanti al giudice del tribunale di Ivrea Elena Stoppini.

Nella prossima udienza saranno ascoltati come testi l’autista molestata dal pensionato e alcuni passeggeri.

Dov'è successo?

Leggi anche

28/05/2020

Coronavirus, l’ora donata dai dipendenti Nova Coop va a sostegno della Croce Rossa piemontese

Nel mese di aprile i dipendenti di Nova Coop, la cooperativa di consumatori con 64 punti […]

leggi tutto...

28/05/2020

Coronavirus in Piemonte: anche oggi numeri incoraggianti. Un solo decesso e contagi in calo

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che giovedì 28 maggio, i pazienti virologicamente guariti, cioè […]

leggi tutto...

28/05/2020

E’ arrivata in Piemonte “Amnèsia”, la super marijuana che fa perdere la memoria. Ed è allarme

Il variegato mercato delle sostanze stupefacenti non cessa di “sfornare” nuove droghe, sempre più potenti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy