Pavone: sequestrati 300 grammi di droga. Giovane libico finisce in cella

Pavone

/

22/03/2016

CONDIVIDI

I carabinieri di Ivrea hanno trovato gli stupefacenti nella casa dell'uomo insieme alla strumentazione per confezionare le dosi

Lo hanno trovato in possesso di circa 300 grammi di sostanze stupefacenti, accuratamente nascosti nell’alloggio in cui vive. Un giovane di origine libica, 34 anni, incensurato è stato arrestato nello scorso fine settimana dai carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ivrea.

Nel corso di una perquisizione effettuata nel suo alloggio di Pavone Canavese, i militari hanno rinvenuto due panetti e tre ovuli del peso complessivo di circa 220 grammi di hashish e 80 grammi di marijuana. Il giovane custodiva anche tra bilancini elettronici, un coltello con tracce di hashish, presumibilmente usato per tagliare le dosi, 85 euro in contanti derivanti dall’attività dello spaccio di droga.

I carabinieri hanno stimato che gli stupefacenti, se messi in commercio, avrebbero fruttato al pusher almeno 700 euro. Droga e strumentazione sono stati sequestrati. Il libico si trova in cella, ala carcere di Ivrea, su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Dov'è successo?

Leggi anche

03/08/2020

Canavese, cambiano le modalità per effettuare gli elettrocardiogrammi a Ivrea, Ciriè e Chivasso

Per contribuire a contenere la diffusione del virus Sars-CoV-2, responsabile del Covid-19, e quindi per evitare […]

leggi tutto...

03/08/2020

Coronavirus, la Regione Piemonte non è in grado di eliminare il distanziamento a bordo dei mezzi pubblici

La Regione Piemonte non è nelle condizioni di eliminare il distanziamento a bordo dei mezzi pubblici […]

leggi tutto...

03/08/2020

Coronavirus in Piemonte: due i deceduti. 13 contagiati in più rispetto a ieri. Oggi 9 guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che, alle 16,30 di oggi, lunedì 3 agosto, i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy