Pavone: morì schiacciato dall’autogru che stava manovrando. Indagato il presidente della società

18/02/2016

CONDIVIDI

La procura ha disposto una perizia per determinare le cause che hanno originato l'infortunio mortale

Indagato con l’ipotesi di accusa di omicidio colposo. E’ Roberto Ridella, 44 anni, residente a Ivrea, presidente di una società edile, incaricata di eseguire parte dei lavori assegnati per la realizzazione del viadotto Marchetti della bretella di Santhià dell’autostrada Torino Aosta, all’altezza del centro abitato di Pavone Canavese. Il 19 giugno dello scorso anno, in un tragico incidente sul lavoro, perse la vita Francesco De Nicola, 52 anni, residente a Rocca Canavese, dipendente della ditta, mentre stava manovrando l’autogru. L’uomo ha lasciato la moglie e due figli. All’origine dell’infortunio sul lavoro pare che a un certo punto uno dei sostegni di stabilizzazione dell’automezzo, sia sprofondato nell’asfalto causando l’inevitabile ribaltamento della pesante autogru che ha violentemente il guard-rail dal lato guida, schiacciando il manovratore.

La perizia ordinata dalla procura di Ivrea sarà depositata tra due mesi. Il sostituto procuratore Giuseppe Drammis vuol capire per quale ragione il sostegno è sprofondato nell’asfalto e ha posto sotto sequestro l’autogru e il tratto del viadotto Marchetti dove si è verificato l’incidente mortale.

Dov'è successo?

Leggi anche

Valperga

/

17/01/2019

Valperga: con lo spettacolo “Dite…Dite” va in scena lo spirito che avvicina a Belmonte e al suo Miracolo

A Valperga domenica 20 gennaio va in scena al teatro Comunale “Fernandi” in via Verdi 7 […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

17/01/2019

Atletica leggera Canavesana: Laura Oberto e Marco Spiezia “brillano” nel Pentathlon

Rientro con i fiocchi per Laura Oberto che dopo quattro anni si è ritesserata nella sua […]

leggi tutto...

Borgaro

/

17/01/2019

Borgaro: rubano il contenitore con le mance dei clienti. Il barista posta le immagini su Facebook

Le due donne sono entrate all’interno del bar e approfittando della confusione causato dall’affluso dei clienti […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy