Pavone Canavese: ladro ucciso dal tabaccaio. Esame del Dna sull’unico proiettile ritrovato

07/09/2019

CONDIVIDI

A breve i magistrati disporranno delle risultanze dell'esame balistico sui colpi esplosi nella notte del 7 giugno

Un esame del Dna sull’unico proiettile ritrovato sulla scena de crimine per stabilire se è stato quello a colpire Ion Stavila, il 25enne moldavo che insieme ad alcuni complici (ancora senza identità), ha tentato un furto in una tabaccheria di Pavone Canavese. A richiedere l’esame è stata la procura di Ivrea. Nel corso di quel furto Franco Iachi Bonvin di 67 anni, aveva esploso alcuni colpi di pistola, uno dei quali avrebbe colpito a morte il ladro.

Il proiettile era stato rinvenuto nella macchinetta cambia soldi che il gruppo di ladri stava cercando di caricare su un furgone usato per compiere il “colpo”. Franco Iachi Bonvin quella sciagurata notte del 7 giugno scorso, aveva premuto il grilletto della pistola per sei volte. L’uomo è al momento indagato per eccesso di legittima difesa.

La tabaccheria era stata dissequestrata nel mese di agosto e ha regolarmente ripreso l’attività commerciale.

Quando giungeranno gli esiti della perizia il tabaccaio sarà nuovamente sentito in procura a Ivrea.

Leggi anche

10/12/2019

Inaugurata nell’Istituto Italiano di Cracovia la mostra “Memoria Storica e Culturale del Canavese”

Venerdì 6 dicembre 2019 nelle sale espositive dell’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia è stata inaugurata […]

leggi tutto...

10/12/2019

Rivarolo: Chiara Leone, della scuola di frazione Argentera, è la sindaca del Consiglio dei ragazzi

È una giovanissima alunna della scuola primaria della frazione Argentera la sindaca del nuovo Consiglio comunale […]

leggi tutto...

10/12/2019

Volpiano: Comital-Lamalù: i cinesi assumono metà dei dipendenti e negano la cassa integrazione

Doccia fredda per i lavoratori Comital-Lamalù: i cinesi assumono metà dei dipendenti e niente cassa integrazione. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy