Orrore nei boschi a Montanaro: trovate due volpi impiccate. Sul web lo sdegno del popolo social

08/01/2018

CONDIVIDI

Chiunque sia stato ha commesso un atto di crudeltà gratuita. Gli animali in cerca di cibo lottano per la sopravvivenza

Le immagini fotografiche sono crude ma testimoniano con estremo e abberrante realismo come la crudeltà di “certi” esseri umani non ha confini: nei giorni scorsi due volpi sono state trovare impiccate agli alberi dei boschi che ricorda Montanaro. Le fotografie sono state postate sulla pagina “Sei di Montanaro se…” e hanno suscitato l’indignazione di tantissimi utenti dei social. E non soltanto quella degli animalisti.

Un atto di violenza e crudeltà gratuito e così brutalmente ostentato fa orrore soprattutto perchè dopo l’impiccagione ai poveri animali sono state mozzate le code.

E’ sorpreso e indignato il sindaco di Montanaro Giovanni Ponchia che asserisce di non aver mai avuto il sentore di episodi simili nel territorio di Montanaro e condanna, senza riserve, il crudele atto. La siccità prima e il rigore dell’inverno poi in molti casi hanno costretto le volpi ad avvicinarsi oltre le loro abitudine ad alcuni centri abitati del Canavese e, in qualche caso hanno fatto razzia di pollame. Ma questa è la naturale la lotta per la sopravvivenza. Il predatore che uccide per divertimento e per crudeltà e, come sempre, l’uomo. Al di là di ogni retorica.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/09/2018

“Strada Gran Paradiso”: la visita al castello di Valperga conclude le escursioni di fine estate

Ultimo fine settimana di settembre e ultima escursione di fine estate-inizio autunno per Strada Gran Paradiso. […]

leggi tutto...

Volpiano

/

25/09/2018

Volpiano: alla scuola di musica della Filarmonica il nome del presidente dell’Anbima Piero Cerutti

Volpiano ha ricordato Piero Cerutti, il presidente provinciale dell’Anbima, l’associazione nazionale che rappresenta le bande musicali […]

leggi tutto...

San Giusto Canavese

/

25/09/2018

San Giusto, l’appello di “Libera” sulla villa confiscata ad Assisi: “Sia restituita alla collettività”

Ancora un Appello di Libera Piemonte riguardante la villa che era di proprietà del narcotrafficante latitante […]

leggi tutto...