Elezioni comunali a Orio Canavese: la Lega Nord scende in campo e candida a sindaco Stefano Cicala

Orio Canavese

/

20/05/2017

CONDIVIDI

Il Carroccio sfiderà la lista di Forza Nuova. Il candidato a primo cittadino in passato ha già rivestito il ruolo di consigliere comunale ad Andrate e di consigliere in seno alla Comunità Montana Dora Baltea

La Lega Nord ancora politicamente presente a Orio Canavese, continua l’esperienza decennale del Carroccio nel piccolo Comune canavesano. Nel 2007 era stato Andrea Cane, oggi assessore a Ingria a candidarsi a sindaco, e un terzo degli elettori aveva espresso la propria preferenza per il Carroccio. La lega Nord finì in minoranza ma creò un’opposizione decisa che creò le basi per la nascita della “Lista Civica Famiglia Oriese” che nella “affollata” tornata amministrativa del 2012 ottenne il 25% dei suffragi, instaurando – come spiegano i leghisti – con il nuovo sindaco, una opposizione costruttiva e collaborativa.

Oggi, a neanche tre settimane di distanza dal voto amministrativo torna il simbolo della Lega Nord “siamo sempre stati orgogliosi del nostro simbolo, ma oggi ancora di più – afferma il candidato sindaco Stefano Cicala -. Il nostro obbiettivo naturalmente è vincere e portare l’esperienza della buona amministrazione leghista ad Orio Canavese. Se i migliori amministratori, a tutti i livelli, sono leghisti, un motivo ci sarà e la nostra abnegazione e il nostro mettere il territorio al primo posto, è diventato un marchio di fabbrica della Lega nelle amministrazioni”.

Cicala, che in passato ha già rivestito il ruolo di consigliere comunale ad Andrate e di consigliere in Comunità Montana Dora Baltea ha le idee chiare su come Orio andrebbe amministrato: “E’ un paese vivo, ma lo è grazie alle molte associazioni. Il Comune deve scendere in campo ed organizzare eventi oltre a supportare gli eventi delle associazioni. Solo così il paese vive perché il nostro modello è un paese che fa comunità e che settimana dopo settimana si trova in piazza e per le strade, le idee e la voglia di far vivere il paese non ci mancano”.

Aldo Bargero, candidato consigliere capolista spiega le ragioni per cui la lega Nord ha deciso di mettersi in gioco anche a Orio Canavese: “I cittadini di Orio ci hanno chiesto di continuare la nostra decennale collaborazione, e quando il territorio chiama la Lega risponde”.  Bargero è già stato vice sindaco di Candia Canavese, un altro comune guidato da un primo cittadino iscritto alla Lega del Territorio. “Alcuni di noi, come me e Cicala sono stati amministratori in altri comuni, conosciamo la materia, e nel caso dovessimo perdere promettiamo comunque presenza attiva sul territorio comunale – asserisce -.  In quel caso ci comporteremo in base all’atteggiamento della maggioranza, opposizione dura come risposta alla chiusura come nel quinquennio 2007-2012; opposizione costruttiva ad atteggiamenti positivi come nel quinquennio 2012-2017 ma come ha già detto Cicala il nostro obbiettivo è governare”

La Lega Nord dovrà forzatamente fare i conti con la lista di Forza Nuova, il partito di estrema destra che si candida alla guida del paese. Ma i leghisti affermano di non essere affatto preoccupati dalla presenza dell’avversario: “La lista di Forza Nuova non ci fa paura, questi sono i territori in cui si firmò nel ’43 la carta di Chivasso, non penso che un partitino di estrema destra possa trovare spazio- conclude Aldo Bargero -. I candidati non hanno una storia o rapporti con il paese, come il nutrito gruppo di cittadini che ha chiesto alla Lega Nord di candidarsi.”

 

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: un guasto tecnico blocca il servizio di emodinamica. I pazienti costretti a emigrare

Il gruppo di continuità che assicura l’erogazione di energia in caso di interruzione dell’erogazione di energia […]

leggi tutto...

San Giorgio Canavese

/

15/12/2017

San Giorgio: da lunedì 18 la Media ospiterà gli alunni della scuola chiusa per il monossido di carbonio

Da lunedì 18 dicembre gli scolari della scuola elementare di San Giorgio Canavese, potranno tornare a […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

15/12/2017

Cuorgnè: autobotti Smat prelevano dall’acquedotto per dissetare le Terre Alte in preda alla siccità

Il Canavese ha sete e da circa cinque mesi le autobotti della Smat prelevano l’acqua dall’acquedotto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy