Omicidio di Vistrorio: nella casa di Roberto Moschini una serra per la marijuana, droga e denaro contante

21/07/2019

CONDIVIDI

La vittima, 57 anni, è stato colpita per due volte con un punteruolo da Alberto Diatto. Due sole stilettate che si sono rivelate fatali.

Si chiama Roberto Moschini l’uomo di 57 anni residente a Vistrorio in Valchiusella che è stato ucciso nella notte tra venerdì 19 e sabato 20 luglio nella sua bitazione con due micidiali colpi di punteruolo da Alberto Diatto, 60 anni, residente a Ivrea. Nell’abitazione di Moschini i carabinieri hanno scoperto la presenza di una serra artigianale allestita per la coltivazione della marijuana. I carabinieri non escludono che l’omicidio possa essere riconducibbili a questioni legate alla droga. Alberto Diatto è stato arrestato.

Nell’abitazione della vittima i carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno anche rinvenuto sostanze stupefacenti già confezionati e diverse migliaia di euro in contanti. Il fatto di sangue presenta ancora molti punti oscuri da chiarire e utili indicazioni potranno emergere nel corso dell’interrogatorio di gararanzia al quale sarà sottoposto l’omicida.

Il cadavere di Roberto Moschini è stato trasportato all’istituto di medicina legale di Strambino a disposizione dell’autorità giudiziaria. Un primo esame compiuto dal medico legale sul corpo della vittima ha confermato che l’uomo è deceduto, in pochi minuti, a causa di due colpi di punteruolo che hanno leso organi vitali.

Leggi anche

20/10/2019

E’ di Levone il piccolo genio della matematica che a 11 anni ha sbaragliato migliaia di concorrenti

Frequenta la scuola media all’Istituto comprensivo di Caselle, lo studente 11enne di Levone che si è […]

leggi tutto...

20/10/2019

Leinì: la 23enne Denise è morta in un tragico incidente stradale. Il ricordo disperato del padre e degli amici

Denise Puglia, 23 anni, residente ad Alice Superiore in Val di Chy e Angelo Raffaele Torchia, […]

leggi tutto...

20/10/2019

Vische-Mazzè: banda di ladri fa saltare in aria due bancomat. I carabinieri sulle tracce dei malviventi

Intorno alle 1,30 circa della notte di domenica 20 ottobre,  a Vische e nella vicina Tonengo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy