Oglianico in lutto: un male inesorabile ha stroncato l’esistenza del giornalista Claudio Ros Sebastiano

Oglianico

/

03/05/2016

CONDIVIDI

Grande appassionato di sport aveva anche guidato la Polisportiva Oglianicese. In tanti, amici e colleghi, lo hanno ricordato con affetto sui social

E’ scomparso all’età di 61 anni, quando aveva ancora molto da dare alla famiglia, agli amici e, soprattutto al giornalismo sportivo. Claudio Ros Sebastiano, residente a Oglianico, ha dovuto, suo malgrado, cedere le armi di fronte all’inesorabile avanzata del male oscuro che l’aveva aggredito da tempo.

Questo pomeriggio in tanti hanno partecipato ai funerali che si sono svolti nella chiesa parrocchiale per tributare l’ultimo saluto a un imprenditore, giornalista e sportivo conosciuto non solo per le sue qualità umane e professionali, ma anche per quel suo stile di vita che ne aveva fatto un vero gentiluomo. Nel corso della sua carriera Claudio Ros Sebastiano ha lavorato con Telepiù, Logos e la Lega Calcio.

E’ sui social che prende corpo il dolore e la costernazione di quanto lo hanno conosciuto e amato. Oglianico è il lutto per aver perso uno dei suoi migliori figli e anche i colleghi lo ricordano con affetto e rimpianto. Sua era stata una memorabile intervista al senatore e presidente della Fiat Giovanni Agnelli e tutti rammentano il suo impegno negli studi televisivi, impegnato nella post-produzione dei servizi televisivi e nelle puntuali cronache sportive delle squadre veronesi che seguiva: Il Chievo e l’Hellas.

Il destino oltre che inesorabile è stato anche beffardo: il 5 maggio, Claudio Ros Sebastiano avrebbe compiuto 62 anni. Per diverso tempo ha guidato con buoni risultati la polisportiva Oglianicese. Lascia la moglie Marta e un figlio.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/10/2018

Cuorgnè: domenica 21 ottobre “Gran Castagnata” e “Passerella Cinofila” in piazza Martiri

Con l’arrivo dell’Autunno tornano in Canavese le tradizionali “Castagnate”: domenica 21 ottobre sarà la volta di […]

leggi tutto...

Canavese

/

16/10/2018

Trapianto di polmoni a cuore fermo al “Maria Vittoria”. Il donatore è un 40enne canavesano

Primato all’ospedale Maria Vittoria di Torino: l’équipe chirugica diretta dal professor Emilpaolo Manno ha eseguito, oggi, […]

leggi tutto...

Chivasso

/

16/10/2018

Chivasso: dopo quattro anni riapre nel 2019 la sede Inps. Il sindaco Castello: “Stop ai disagi”

Nel 2015, la notizia della chiusura della sede Inps di via Demetrio Cosola a Chivasso, fu […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy