Oglianico: due banditi tentano di rapinare la tabaccheria, ma il titolare reagisce e li fa fuggire

18/04/2018

CONDIVIDI

I due banditi non si attendevano la pronta reazione del commerciante e sono sono fuggiti non senza prima colpire l'uomo sul viso con la pistola. Indagano i carabinieri

Ancora un esercizio commerciale nel mirino dei rapinatori: dopo San Benigno Canavese e Bosconero è toccato alla tabaccheria-edicola di Oglianico. Ma in questo caso la coraggiosa e pronta reazione del titolare ha fatto fuggire a mani vuote i banditi. E’ accaduto nella serata di ieri, martedì 17 aprile, in pieno centro del paese. I due banditi hanno agito nel momento in cui il nipote dei titolari si stava apprestando a chiudere l’esercizio commerciale: dopo averlo minacciato con una pistola, i malviventi gli hanno intimato di rientrare in negozio con l’intenzione di farsi consegnare l’incasso della giornata.

Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi, recita un vecchio adagio. In quel momento nella tabaccheria-edicola sono entrati il titolare in compagnia di alcuni clienti. Il commerciante ha immediatamente reagito ed è nata una breve e violenta colluttazione con i due banditi che hanno desistito dai loro propositi e si sono dati alla fuga. Dopo essere saliti su un’auto parcheggiata a breve distanza, sulla quale si trovava probabilmente un terzo complice, sono fuggiti senza lasciare traccia.

Sul luogo della tentata rapina sopraggiunte alcune pattuglie della compagnia dei carabinieri di Ivrea. Nella colluttazione il titolare ha riportato una ferita lacero-contusa, causata da un colpo sferrato in pieno viso da uno dei rapinatori.

L’uomo ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso di Cuorgnè. Sull’episodio stanno attivamente indagando i carabinieri della stazione di Rivarolo Canavese. Si tratta della stessa banda che da oltre un mese terrorizza il Canavese?

Dov'è successo?

Leggi anche

17/08/2019

Vestignè: esce dal cortile va in strada e viene travolto da un’auto. Bimbo di 5 anni grave in ospedale

Travolto da una Fiat Punto mentre si trovava sulla strada: un bambino di cinque anni di […]

leggi tutto...

17/08/2019

La vergogna del “Ponte Preti”: dopo tante promesse di interventi tutto è come prima

E’ trascorso un anno da quando il senatore castellamontese Eugenio Bozzello indisse una raccolta di firme […]

leggi tutto...

17/08/2019

Scatta l’allarme al canile di Caluso per sedici cani ammalati di leptospirosi. Due sono deceduti

Tra i 32 cani provenienti da un’azienda agricola della Val di Chy, alcuni erano affetti da […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy