“Noasca da Re”: il paese ricorda quando Vittorio Emanuele II partiva le battute di caccia

Noasca

/

08/07/2019

CONDIVIDI

Due giorni, sabato 13 e domenica 14 luglio, per rivivere la suggestiva atmosfera dell’epoca. L'iniziativa è realizzata con il contributo del Parco Nazionale Gran Paradiso

Sabato 13 e domenica 14 luglio si terrà la IX edizione della rassegna dedicata alla storia che ricorda le frequentazioni del re Vittorio Emanuele II per le sue battute di caccia, che potevano durare anche settimane e che richiedevano di soggiornare presso strutture in quota. L’evento denominata “Noasca da Re” racconta questa storia: due giorni per rivivere l’atmosfera dell’epoca. L’iniziativa è realizzata con il contributo del Parco Nazionale Gran Paradiso.

Questo in dettaglio il programma:

Sabato 13 luglio 2019

Dalle ore 15.00: “Un salto indietro nel tempo” (in frazione Gere Sopra) … Noasca ritorna al 1800 aspettando l’arrivo del Re in paese. Sarà possibile visitare la Noasca di un tempo assistendo a scorci di vita quotidiana, a dimostrazioni di antichi mestieri e partecipare ad attività con i cavalli, anche insieme ai bambini.
Ore 20.00 tradizionale cena all’accampamento del Re. Menù: Pane nero con lardo e miele, insalata mista estiva, “frit” di coste e patate, frittata di cipolle, minestrone di verdure e erbe selvatiche, polenta con salsiccia alla pietra, toma di capra, paste di meliga con zabaione, vino, birra, acqua e caffè alla casarola. Costo: 20,00 euro.
A seguire serata con canti e balli francoprovenzali con il gruppo “Li Barmenk” presso il PalaNoasca.

Domenica 14 luglio:
Il Re parteciperà alla S. Messa con il suo seguito.
Per info e prenotazioni: 348.7422491/340.6862651. Per informazioni telefonare al numero 348.74.22.491.

Leggi anche

16/08/2019

Escursionismo: prende il via la prima, grande edizione, della “Grande Traversata delle Alpi”

C’è tempo fino al 31 ottobre 2019 per partecipare alla prima edizione di “Sguardi sulla GTA […]

leggi tutto...

16/08/2019

Venaria: l’auto prende fuoco e le fiamme lambiscono uno stabile. Terrore tra i residenti

L’auto ha preso fuoco all’improvviso e le fiamme si sono levate così alte da lambire le […]

leggi tutto...

16/08/2019

In montagna il cellulare non riceve il segnale. L’Uncem: “Se ne occupi con urgenza il Parlamento”

Centinaia di migliaia di persone che in questi giorni si trovano in montagna sanno di cosa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy