Nivolet, dal 12 luglio strada interdetta alle auto private

Ceresole Reale

/

11/06/2015

CONDIVIDI

Il 12 luglio riparte il progetto di mobilità sostenibile denominato "A piedi tra le nuvole"

Dal 12 luglio prossimi la strada ai turisti la strada che da Ceresole Reale conduce al colle del Nivolet sarà interdetta al transito delle auto. In quella data parte infatti il progetto di mobilità sostenibile denominato “A piedi tra le nuvole”, promosso quest’anno dalla neo Città Metropolitana, dal Parco Nazionale Gran Paradiso, dalla regione autonoma Valle d’Aosta, dai comuni di Valsavaranche e Ceresole Reale. Collaborano al progetto anche gli enti e le associazioni locali attive sul territorio.

Il progetto prenderà l’avvio domenica 12 luglio. Interessate tutte le giornate festive fino al 30 agosto (Ferragosto compreso). Lo scopo è quello di offrire ai turisti la possibilità di scoprire le bellezze nascoste del Parco oltre alle tradixioni e agli insostituibili prodotti locali e artigianali.

L’Area Metrolitana di Torino, che ha sostituito la Provincia, crede fermamente nella validità dell’iniziativa che ha, negli anni, ha fatto scuola anche in altre regioni che hanno compreso l’importanza strategica del turismo sostenibile nel rispetto della flora e della fauna locale.

“A piedi tra le nuvole” prevede che tutte le domeniche a partire al 12 luglio e a Ferragosto gli ultimi 6 Km e 850 metri della Strada Provinciale del Colle del Nivolet (dal Km 11+550 al Km 18+400) siano chiusi al traffico automobilistico privato, dalle 9 alle 18 nella direzione località Serrù-Colle del Nivolet e dalle 9 alle 13 nella direzione opposta.

Il provvedimento non riguarda invece i mezzi agricoli destinati alle attività agro-silvo pastorali e a quelle collegate alle opere idraulico-forestali, i veicoli di soccorso, e i clienti dei due rifugi presenti nel colle del Noivolet in possesso di apposita autorizzazione. Sono disponibili parcheggi nelle località Serrù, Villa, Chiapili e Ceresole Reale, in corrispondenza della fermata dei bus navetta gestiti dal GTT – Gruppo Torinese Trasporti mentre gli utenti potranno raggiungere le località desiderate a bordo degli autobus-navetta, a piedi o in sella alle biciclette che è possibile affittare. Le navette sono disponibili anche nei giorni feriali. Le auto private sono obbligate a fermarsi al parcheggio gratuito della località Serrù di Ceresole Reale. Per ulteriori informazioni consultare il portale internet del Parco del Gran Paradiso digitando l’url http://www.pngp.it/nivolet/come-arrivare/orari-navette. La mobilità sostenibile è legata ad un nutrissimo calendario di eventi di grande suggestione paesaggistica e folcloristica sa in Valle Orco che in Valle Valsavaranche.

Dov'è successo?

Leggi anche

Favria

/

16/10/2018

Favria: perde il controllo e finisce con l’auto in una roggia. In ospedale pensionato di 85 anni

Ha perso il controllo per cause ancora in via di accertamento ed è finito con la […]

leggi tutto...

Ciriè

/

16/10/2018

Ciriè-Lanzo: rilasciavano i certificati di idoneità, ma non la ricevuta fiscale. Denunciati due medici

Al momento di rilasciare i certificati medici per attività sportiva agonistica, omettevano, sistematicamente, di emettere le […]

leggi tutto...

Sparone Canavese

/

16/10/2018

Sparone: scossa di terremoto scuote nella notte l’Alto Canavese. E’ la seconda in un mese

Ancora una scossa di terremoto in Canavese e più precisamente a Sparone, ai confini con il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy