Nevio Coral è ancora ammalato: l’ex sindaco finirà di scontare la pena nella sua villa di Leinì

Leinì

/

11/03/2019

CONDIVIDI

L''ex imprenditore ha 78 anni. Nel 2017 fu condannato condannato a 8 anni per concorso esterno in associazione mafiosa

L’ex imprenditore ed ex sindaco di Leinì Nevio Coral sconterà la pena di 8 anni confermata dalla suprema corte nella sua abitazione di via Teologo Re. La procura generale presso il Tribunale di Torino ha deciso che Nevio Coral, 78 anni, potrà terminare di scontare la condanna per concorso esterno in associazione mafiosa fino al 2022 perchè le sue condizioni di salute psico-fisica non sono migliorate.

Nevio Coral (che ha già scontato cinque anni della pena) era stato condannato al termine del processo “Minotauro” che aveva svelata la presenza e gl’intrecci della ‘ndrangheta nel Chivassese e in Canavese. Fino all’ottobre del 2017 era detenuto in una cella del carcere di Alessandria. Grazie alla documentazione medica prodotta dal suo legale i medici della struttura carceraria e il tribunale di sorveglianza decisero di far scontare la pena ai domiciliari per un anno.

Il fatto che Nevio Coral sia ancora ammalato costituisce di fatto una circostanza che ha indotto la procura ad emanare un nuovo provvedimento dopo aver verificato le sue condizioni di salute.

La detenzione in carcere per l’ex imprenditore, è stato ritenuta non compatibile con l’attuale situazione psico-fisica. In caso contrario Nevio Coral avrebbe dovuto rientrare in cella.

Leggi anche

10/12/2019

Inaugurata nell’Istituto Italiano di Cracovia la mostra “Memoria Storia e Culturale del Canavese”

Venerdì 6 dicembre 2019 nelle sale espositive dell’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia è stata inaugurata […]

leggi tutto...

10/12/2019

Rivarolo: Chiara Leone, della scuola di frazione Argentera, è la sindaca del Consiglio dei ragazzi

È una giovanissima alunna della scuola primaria della frazione Argentera la sindaca del nuovo Consiglio comunale […]

leggi tutto...

10/12/2019

Volpiano: Comital-Lamalù: i cinesi assumono metà dei dipendenti e negano la cassa integrazione

Doccia fredda per i lavoratori Comital-Lamalù: i cinesi assumono metà dei dipendenti e niente cassa integrazione. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy