Mostra della Ceramica di Castellamonte: sabato 9 inaugurazione al “Martinetti”

Castellamonte

/

08/09/2017

CONDIVIDI

Il titolo, o meglio, la chiave di lettura di questa edizione della mostra, è Metamorfosi, direttamente ispirata dall’incipit delle Metamorfosi, di Ovidio, Libro primo: “A narrare il mutare delle forme in corpi nuovi mi spinge l’estro. / O dei, se vostre sono queste metamorfosi ispirate il mio disegno…”.

L’anteprima ha avuto luogo a Torino giovedì 7 settembre al Circolo dei Lettori, ma l’inaugurazione ufficiale della 57° edizione della Mostra della Ceramica di Castellamonte è fissata per domani, sabato 9 settembre, alle 15,00 al centro congressi “Martinetti”. La manifestazione, che avrà luogo dal 9 al 24 settembre, è organizzata dall’amministrazione comunale di Castellamonte con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, della Città Metropolitana, della Regione Piemonte e dall’Associazione Italiana Città della Ceramica.

Il titolo scelto o, per meglio dire, la chiave di lettura di questa edizione della mostra, è Metamorfosi, direttamente ispirata dall’incipit delle Metamorfosi, di Ovidio, Libro primo: “A narrare il mutare delle forme in corpi nuovi mi spinge l’estro. / O dei, se vostre sono queste metamorfosi ispirate il mio disegno…”. Questo concetto mette in evidenza le continue trasformazioni dell’arte della ceramica di Castellamonte, dalle sue famose stufe a tutti i suoi manufatti, dall’artigianato al design, per arrivare alle sculture in ceramica di importantissimi artisti.

Il sottotitolo, “…i racconti della terra rossa…” sottolinea le tante sfaccettature di un’arte versatile, dalle produzioni più umili a quelle più prestigiose, dalle produzioni seriali alle opere uniche.L’odierna edizione della Mostra della Ceramica di Castellamonte è curata da Giuseppe Bertero. Non saranno presenti nomi altisonanti ma l’evento presenta diverse novità rispetto alle precedenti edizioni. Le location saranno sei: Palazzon Botton (che accoglie le pregiate e artistiche stufe realizzate dagli artigiani locali), il Centro Congressi “Martinetti”, il Liceo Artistico “felice Faccio”, casa gallo, la Casa Museo famiglia Allaira e la Fornace Pagliero.  in un contesto innovativo che guarda al futuro attraverso il passato. A Palazzo Botton, cuore pulsante della grane manifestazione non mancheranno le stufe d’autore come quelle di Ugo Nespolo, William Sawaya, Fortunato Depero, Enrico Baj e e Ugo la Pietra. In questo contesto si inserisce anche il progetto, relativo alla stufe, realizzato dagli studenti del Liceo Artistico castellamontese “Felice Faccio”.

Il Centro Congressi Martinetti, dove avrà luogo la solenne cerimonia di inaugurazione, è stato scelto per ospitare numerose e pregiate opere di artisti di ceramisti di calibro nazionale e internazionale. Nei due piani dell’edificio si snoda un significativo percorso che, a differenza dell’esposizione allestita a Palazzo Botton, si basa su un concetto decisamente alternativo e di sicuro effetto scenografico. Degni di menzione sono gli originali gioielli in ceramica. Nella sala conferenze del Centro Congressi saranno esposti i manifesti che hanno reclamizzato la Mostra della Ceramica di Castellamonte dal 1961, anno della prima edizione, fino ad oggi.

Questi i giorni di apertura della Mostra della Ceramica di Castellamonte:
Sabato e domenica dalle 10,00 alle 22,00. Da lunedì a venerdì dalle 18,00 alle 22,00. L’ingresso è libero in tutte le location che ospitale gli allestimenti.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

Volpiano

/

20/09/2017

La “Canavesana” nel mirino di pericolosi vandali: copritombini di cemento sui binari

Non è la prima volta che accade che qualche imbecille collochi i copritombini in cemento sui […]

leggi tutto...

Agliè

/

20/09/2017

Agliè: bimba in ospedale per ustioni. Condannata la madre. Il giudice: non fu un incidente

A prima vista sembrava essere stato un incidente quello del quale era rimasta vittima una bimba […]

leggi tutto...

Venaria

/

20/09/2017

Venaria: un altro incidente in tangenziale. Auto si ribalta in strada. Una donna grave in ospedale

Un altro incidente stradale e, ancora una volta, un altro ferito che versa in gravi condizioni […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy