Morirono in nome della libertà. Chivasso ha ricordato 5 partigiani trucidati dai nazisti

Chivasso

/

28/07/2018

CONDIVIDI

Nella mattinata di venerdì 27 luglio quel drammatico evento è stato ricordato al Parco del Mauriziano con un commovente cerimonia commemorativa

Silvio Brunetti di 19 anni, Filippo Gardetto di 19, Antonio Morello di 21, Ernesto Pagliero di 22 e Ariodante Morgando, 22 anni, che, ferito, morì il 30 luglio all’Ospedale di Chivasso: sono i cinque partigiani della VI Divisione Alpina G.L. trucidati dai nazi-fascisti il 27 luglio 1944 lungo la ferrovia Chivasso-Torino. Nella mattinata di venerdì 27 luglio quel drammatico evento è stato ricordato al Parco del Mauriziano di Chivasso. A promuovere la commemorazione è stata la sezione dell’Anpi “Boris Bradac” di Chivasso presieduta da Vinicio Milani, in collaborazione con l’amministrazione omunale.

L’obiettivo comune è quello di preservare la memoria di cinque giovani morti in nome della libertà. Quel tragico giorno i partigiani provenienti dalle valli alpine canavesane aveva organizzato un attacco di sorpresa alla caserma”Giordana” (che avrebbe ospitato al termine della guerra il Genio ferrovieri che ha gestito la tratta ferrovia Chivasso-Aosta), al presidio tedesco che si era insediato nell’edificio.

I partigiani, per raggiungere la caserma dovettero compiere un largo giro intorno al paese perchè il ponte che scavalcava il torrente Orco era stata in precedenza bombardato ed era pertanto inutilizzato. L’attacco fallì anche a causa di un colpo partito accidentalmente dal fucile di uno dei partigiani. Alla cerimonia di commemorazione hanno preso parte l’assessore Claudio Moretti in rappresentanza dell’amministrazione comunale, presente insieme i consiglieri comunali Claudia Buo e Giovanni Scinica, il presidente della sezione Anpi Vinicio Milani e una delegazione di crocerossine in alta uniforme.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

15/12/2018

Rivarolo, autovelox nascosto in frazione Mastri ma solo per studiare gli automobilisti

La prevenzione passa attraverso la compresione del livello di civiltà e di ripsetto della legge dimostrata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

15/12/2018

Centinaia di pacchi dono confezionati dai soci del Rotary Cuorgnè e Canavese in nome della solidarietà

Anche quest’anno i soci del Rotary Club di Cuorgnè e Canavese e del Rotaract hanno dato […]

leggi tutto...

Chivasso

/

15/12/2018

Chivasso, mamma contro le maestre della materna: “Preferivo mio figlio pisciato che vestito di rosa”

Una baraonda. E tutto perche le maestre hanno fatto indossare a causa dell’esarimento dei pannolini a […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy