Montalto Dora: nigeriano ingoia due ovuli di crack e finisce in cella

Montalto Dora

/

09/07/2015

CONDIVIDI

Il ragazzo, 21 anni, è stato sorpreso dai carabinieri nei pressi dei giardinetti dell'oratorio, su segnalazione di alcuni residenti

Teneva con sé alcuni ovuli di crack. Quando è stato scoperto dai carabinieri ha ingoiato alcuni ovuli, nel chiaro tentativo di far sparire la distanza stupefacente.

Protagonista della vicenda di cronaca è un giovane di 21 anni di origine nigeriana che da alcuni mesi è ospitato da una cooperativa eporediese. A inviare la segnalazione ai carabinieri sono stati alcuni residenti della zona, insospettiti dal fatto che il ragazzo si fosse fatto notare, nei pressi dei giardinetti dell’oratorio di Montalto Dora in compagnia di persone dall’atteggiamento poco rassicurante.

Ieri pomeriggio i carabinieri hanno deciso di effettuare alcuni controlli. Nonostante il tempismo dimostrato dai militari, il ragazzo ha fatto in tempo a ingoiare due ovuli mentre i restanti sette sono stati recuperati dalle forze dell’ordine.

Il nigeriano è stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea prima, e in carcere a Ivrea, con l’accusa di detenzione di droga ai fini dello spaccio.

Ingoiare gli ovuli contenenti la droga è particolarmente pericoloso perché spesso si sciolgono nell’apparato digerente e posso causare la morte del soggetto, come in passato, del resto è capitato ad alcuni corrieri internazionali.

Dov'è successo?

Leggi anche

26/02/2020

Chivasso, misteriosa morìa di carpe nella roggia che scorre vicino alla discarica. Indagini in corso

Sono decine le carpe morte rinvenute oggi, mercoledì 26 febbraio, nella roggia Campagna di Chivasso, nei […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di Coronavirus a Ciriè, il tampone sul paziente di 63 anni è negativo

Ultim’ora: il tampone effettuato sul paziente di 63 anni che nella serata di ieri si era […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di coronavirus a Ciriè. Chiuso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino

Caso sospetto di coronavirus all’ospedale di Ciriè dove è stato chiuso il pronto soccorso: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy