La Lega chiede che l’Amministrazione di Castellamonte garantisca la sicurezza dei cittadini

30/10/2019

CONDIVIDI

ll deputato canavesano Alessandro Giglio Vigna: "Controllo del territorio, coordinamento con le forze dell'ordine ci sono, fanno molto, ma dai Municipi devono anche arrivare input precisi sulle sensibilità e le problematiche del Canavese". Scoppia, virulenta, la polemica politica

Il caso dell’uomo rapinato e aggredito, lo scorso mercoledì, da un malvivente nel piazzale dell’ospedale di Castellamonte innesca la polemica politica. La Lega Salvini adesso chiede che l”Amministrazione comunale provveda alla sicurezza dei cittadini. In una nota stampa il direttivo della sezione cittadina del Carroccio sottolinea come quest’ultimo episodio altro non sia che un’altra dimostrazione dell’incapacità della Giunta targata Pd. ”

“Oltre a perdere servizi importanti per la Comunità, questa Amministrazione non aiuta a tutelare i propri cittadini, come dimostra anche quest’ultimo episodio accaduto in pieno giorno – si legge -. Questa è un’altra dimostrazione dell’incapacità dell’Amministrazione targata Pd. Dovrebbero ricordarsi che la videosorveglianza non dovrebbe servire solo a portare soldi nelle casse comunali e che questo servizio dovrebbe includere anche le frazioni, zone più deboli e isolate. Ci auspichiamo da parte di questa Amministrazione una maggiore attenzione anche sull’aspetto sicurezza, importante per poter vivere serenamente la nostra città”.

Sulla medesima lunghezza d’onda è il deputato canavesano Alessandro Giglio Vigna che giudica quella guidata dal sindaco Pasquale Mazza, un’Amministrazione decadente e non in grado di governare. “Castellamonte sta letteralmente perdendo pezzi, siamo arrabbiatissimi, leggere sui giornali di ‘fenomeni di microcriminalità’ a Castellamonte è qualcosa che mai ci saremmo aspettati, diversi casi addirittura e poi questo eclatante, furto e persino percosse al malcapitato: ora l’Amministrazione sostenuta dal Pd cerca di correre ai ripari parlando di telecamere, bisognava forse svegliarsi prima? Controllo del territorio, coordinamento con le forze dell’ordine ci sono, fanno molto, ma dai Municipi devono anche arrivare input precisi sulle sensibilità e le problematiche del Canavese: quando invece l’Amministrazione latita, succedono queste cose”.

Dal canto suo il consigliere regionale della Lega Andrea Cane auspica una fattiva collaborazione fra Regione ed Enti locali: “La lotta alla criminalità è già uno dei punti cardine del Governo della Lega in Regione: con l’istituzione della Commissione Permanente sulla Legalità abbiamo voluto dare un messaggio forte e chiaro alla comunità piemontese. Come già annunciato in aula a Palazzo Lascaris, provvederò a breve a diffondere un ordine del giorno anche per i Consigli Comunali, grazie al quale verrà ulteriormente evidenziata la necessità di una stretta collaborazione fra la Commissione e i Comuni; i sindaci, gli assessori, i consiglieri di maggioranza e minoranza, saranno quindi attori fondamentali di questa crociata a favore della legalità, sensibilizzando i cittadini stessi a segnalare qualsiasi sospetto di atto di criminalità sui territori, al fine di avere una sempre più efficiente collaborazione con le forze dell’ordine: escalation simili di rapine e violenze in cittadine tranquille come quella di Castellamonte non devono più ripetersi”.

Leggi anche

07/07/2020

Coronavirus: finora in Piemonte 4mila 107 decessi. Crescono i guariti. 5 i nuovi contagiati

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che alle 17,00 di oggi, martedì 7 luglio, i […]

leggi tutto...

07/07/2020

Chivasso: caschi, tute protettive e guanti al personale. Ecco come la Lilt ha aiutato l’ospedale

Una grande catena solidale che ha consentito di donare all’ospedale di Chivasso 9mila guanti, 600 mascherine […]

leggi tutto...

07/07/2020

Sanità: arriva l’infermiere di famiglia che affiancherà il medico di base nella cura dei pazienti

Affiancherà il medico di famiglia per assicurare una migliore assistenza sanitaria ai pazienti. È l’infermiere di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy